Posts in tag

ambient



Le ‘manifatture’ ibride dei DRIFTMACHINE di SHUNTER si permeano osmoticamente di musica concreta ed elettronica e di ‘hantologie’ derridiana, transitando per Marx e Nietzsche, in una complessità di pensiero affascinante per il nuovo aperto sentire contenuto nella concezione, insita di ossimori e di paradossali pertinenze, creativa dell’opera, costituendo un notevole stimolante per un ascolto a 360°. Fuori dalla casa discografica a metà giugno!

22 Condivisioni
Share

Un disco che è pura meditazione sonora, diretta compenetrazione fra pensiero e suono, in un neorealismo tangibile.

13 Condivisioni
Share

In questo caso non si può nemmeno parlare di musica in senso stretto perché ci troviamo davanti ad una distruzione dell’accezione comune delle musica, per usare la stessa come arma per operare una rivoluzione almeno musicale.

11 Condivisioni
Share

Addentriamoci nei meandri dell’elettronica più misteriosa ed orientaleggiante, con questo ep composto dall’affascinante downtempo di Canson.

2 Condivisioni
Share

Some More White Noise è il nuovo lavoro di Gabriele Ragonesi. Un album che spazia dal rock al progressive passando da soluzioni più raffinate tra l’elettronica e la new wave. Un bel concentrato di tutto, senza mai cadere nel banale e nello scontato, ma tutto originale e soprattutto interessante.

Share

Chapter 1 è un disco illuminato, a un certo punto i nostri occhi si chiudono e si parte, e quando il disco è finito si ha un malessere fisico, come se si fosse allontanati bruscamente dalla propria placenta.

16 Condivisioni
Share

Aria di masterpiece soffia in questo dosato e geniale lavoro di HLFMN, autore e produttore nostrano, che in pochi anni si è posto all’attenzione del mondo musicale con doti compositive che attraggono con forza profonda e influente, qui risulta anche finemente dolce ed evocativo di paradisi sconosciuti.

19 Condivisioni
Share

Buona la prima per l’esordio solista di Frank Spinath.

Share

Il continuum sonoro de A-Sun Amissa, l’agglomerato sonoro guidato da Richard Knox, persuade l’ascoltatore ad incontrare il lato oscuro della luna, e a partire da lì, prepararlo, cospargendolo di polveri precambriane, a contemplare le soglie della noosfera.

14 Condivisioni
Share

Il disco solista del giovane bassista emiliano, in compagnia di Ace (Skunk Anansie), Michael Urbano (Sheryl Crow, Smash Mouth, Ligabue) e David Rhodes (Peter Gabriel), con la produzione artistica di Giovanni Amighetti.

557 Condivisioni
Share

Gli Zu sono uno dei gruppi più stimolanti ed interessanti della storia della musica e Jhator è il loro capolavoro

100 Condivisioni
Share