Ross Harper – Ambient Girl

Ross Harper - Ambient Girl

Ross Harper – Ambient Girl

Ross Harper - Ambient Girl

Ross Harper – Ambient Girl

Terzo album per Ross Harper, produttore e molto altro con base in Inghilterra a Brighton. Questo disco nasce da un sogno fatto dallo stesso Harper, e che viene interpretato graficamente nella splendida copertina fatta dall’artista Iva Troj, che ha tradotto il tutto con uno splendido tocco degno della scuola preraffaellita inglese.
Torniamo ora alla musica, che è la protagonista principale ma non univoca di questa storia.

Ross Harper parte da un sogno, un simbolismo che viene decodificato dalla sua mente in una certa maniera, mentre la musica è una scrittura in un codice molto differente. Il produttore inglese usa l’elettronica come conduttrice per i suoi segnali neuronali, non si sofferma mai in un genere o in un sottogenere, procedendo seguendo ciò che ha in mente, portandoci in una dimensione che si nutre di molte cose differenti, legami fra vari spazi fisici e non solo che si saldano dentro le nostre orecchie.

La produzione di Harper è molto precisa ed adeguata, possiede la forza e la versatilità di chi possiede radici ben salde e grazie ad esse e al suo talento può guardare lontano. L’elettronica di Ambient Girl è dolce, calda ed avvolgente, ma al contempo riesce a farzi alzare dalla nostra zona di sicurezza e ci porta in giro per universi talmente astratti da poterli toccare. Il terzo disco di questo musicista è qualcosa di radicalmente diverso, un concetto che parte da lontano e vuole andare oltre, usando tutti i mezzi possibili, musica, pittura e l’immaginazione.

La volontà di Harper è catartica, vuole fare nascere dentro le nostre menti una nuova vita rigogliosa, usando la musica come se fosse un film, partendo dalla sua visione, e ci riesce benissimo. Le tracce sono ora tranquille e consolanti, poi si passa ad incalzare l’ascoltatore, per poi riportare i battiti ad un dimensione più calma.

Ci sono tantissime cose dentro questo disco, che è davvero potente ed immaginifico, e non finisce qui, perché Ross userà le sue visioni come questa anche per i suoi prossimi lavori; un serio candidato ad album dell’anno in campo elettronico.

“I see machinery, I see a man of light holding a key of light, surrounded by the huge machinery, like giant cogs and pistons, he stands on a raised platform amid the machin ery, the colours around are browns and shades of darkness, the browns are like beautiful shades of rust, then I notice a slender female figure is kneeling with her head bowed, she is wearing a dark cloak with the hood covering her face, then I see in her hands she is holding a small bouquet of flowers, her spirit is full of stillness, then the man of light anoints the kneeling one with the key of light and there is then an explosion of light.”
Ross Harper

Track List
01. Axis
02. Newt
03. Pure Love
04. Watery Pillar
05. Spheres
06. Rushing
07. Air
08. Balances
09. Important
10 Low

 

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.