Recensioni Metal

Recensioni metal e tutto ciò che gira attorno a questo genere: metalcore, grind, death e molto altro.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Grandiosa Muerte – Egregor

Dietro al nome Grandiosa Muerte c’è un uomo solo saldamente al comando, il suo nome è Max Gutiérrez Sánchez, già fondatore di altri tre gruppi : Ravensouls, December’s Cold Winter, e Advent Of Bedlam. Max ha conosciuto l’abbraccio mortale del metal quando abitava in Spagna ed è lì che ha contribuito a fondare i suoi primi gruppi.

Gli Alberi – Reinhold

Ottimo ritorno discografico per i torinesi Gli Alberi, un gruppo che coniuga metal, arte e temi molto interessanti. La salita e la discesa del monte pakistano Nanga Parbat di Reinhold e Gunther Messner nel 1970.

Änterbila - Änterbila- Nordvis 2022

Änterbila – Änterbila- Nordvis 2022

Ambizioso e riuscito debutto discografico per gli svedesi Änterbila, gruppo che propone un black metal classico con molti elementi folk, con la giusta miscela fra aggressività e melodia.

Riah – A man and his nature

Riah è un acronimo per Ropes Inside An Hole, un collettivo post metal fra Italia e Svezia. I Riah hanno pubblicato qualche anno fa il loro debutto “Autumnalia” e poi un bellissimo split un altra grande entità del post metal italiano, i Postvorta.

Dimitry -V-

Un disco che porta luce e conoscenza, un lavoro ricchissimo e profuso di impegno e di conoscenza musicale dai mille risvolti per un artista totale e che non vuol cambiare la musica attraverso i suoi concetti e i suoi sforzi. Dimitry.

(Echo) – Witnesses – Black Lion Records

Concepito ai tempi della pandemia e del primo confinamento in casa il disco è figlio di una sofferenza che è assai diversa dalla solita, da quella a cui eravamo abituati, e tutto ciò lo possiamo ritrovare qui sublimato, come sublime è tutto “Witnesses”. (Echo) – Witnesses

Intolerant - Zero Point - Extreme Chaos Records\Despise The Humans-2022

Intolerant – Zero Point

Intolerant Zero Point: Il risultato è un disco di una potenza e di una nera bellezza incredibile, una guerra combattuta schiacciando ossa e vite con macchine gigantesche guidate da negromanti che mangiano lsd e respirano fumi radioattivi.

Darkthrone Astral fortress

Tornano i Darkthrone con “Astral fortress” su Peaceville, disco che segue “Eternal hails” uscito l’anno scorso. Darkthrone Astral fortress.

Bloodywood - Rakshak

Bloodywood – Rakshak

Nel descrivere stringatamente i Bloodywood, che mescolano metal, rap e musica indiana, sembra già di sentire Christian De Sica rispondere con il suo proverbiale <<'Na cafonata>>…