Posts in tag

soul



Le canzoni, termine assai stretto per queste composizioni, sono di una musicalità davvero diversa, con un profondo tocco di spiritualità, ma non un qualcosa di confusamente new age, ma un tentativo di innalzarsi con la musica.

Il quarto disco di questo gruppo tedesco è davvero un bellissimo gioiello, levigato e dolce come un mojito, forte e ricco come un rum agricolo.

Ascoltando Edda’s Garden innanzitutto ci si diverte e poi si rimane meravigliati dall’unione di talento e gusto.

Sanko riesce a fare una sintesi molto riuscita del passato della black music, per proiettarlo in avanti grazie alla sua splendida voce, così piena e possente, che mostra una grande e giustificata fiducia nei propri mezzi.

Un esordio di gran classe, con suoni moderni e molto caldi, ma con una grande attenzione alla tradizione melodica italiana, che qui è ben presente.

Un esordio compatto, omogeneo e dalle idee ben chiare che, guidato da ottime melodie e solide strutture, procede piacevole e solare con il suo spirito esotic-dance-retrò

Hanno potenza, ritmo e gusto, e con questo album vogliono radicalizzare maggiormente il concetto di divertimento e di fare un disco in studio cercando di riproporre le loro atmosfere live, che sono incandescenti.

Il risultato è un disco caldo, che fa bene al cuore, ma fa anche porre domande, e le risposte sono in un caldo arpeggio di basso, o nella voce rassicurante e diversamente soul di Ainè.

Dopo aver ascoltato le loro calde note, con un suono che unisce r’n’b, hip hop, soul e funky, facciamo due chiacchiere con questa bella realtà barese.

I Think About It sono unici nel panorama musicale italiano, grazie alla loro allegra mistura di r’n’b americano, rap, nu jazz e soul.