Posts in tag

soul



Si riaffacciano sulla scena i Julie Met, da Bologna, intenzionati col loro EP “OUT OF SIGHT” a far vedere quanta stoffa hanno da vendere; il ben progettato lavoro oltre ad avere qualche asso nella manica, gode di una stabilità musicale ben centrata sul blend di funk, R&B and soul e da lì trascinata su Marte dalla splendida voce di Giulia Matteucci.

Condivisioni 2
Share

Trait d’union di ambrata suggestione e consistenza, tra reggae e jazz, la voce versatile di Zara McFarlane produce con estrema passione e forte spirito di ricerca un albo che potrebbe generare la nascita di alcuni classici futuri, grazie ad un lavoro che permette di far oscillare numerose tendenze ossimoriche atte a diffondere il nù-sound nella sua opera migliore.

Condivisioni 11
Share

Da Melbourne arrivano questi tre cuochi che lavorano con pietanze soul e funky per pranzi e cene succulenti e lussuriosi.

Condivisioni 2
Share

i Me, The Other And hanno acquisito le cose migliori del trip hop e non solo per arrivare a schiudere le ali e fare qualcosa che potrebbe essere definito come il soul, una nuova veste per un uomo elettronico.

Condivisioni 15
Share

In questa epoca di preconfezionato e di marca unica, forte anticipo di ciò che sarà il futuro globale, ascoltare dischi come questo apre il cuore alla speranza, si gioisce ascoltando questa varietà di stili, questa ricchezza di cultura musicale, la dolcezza di sentire musica che riesce a stupire, ancora.

Condivisioni 5
Share

I The Meltdown fanno un southern soul di altissimo livello, dove la parte southern è davvero fortissima, poiché questi ragazzi suonano come una band americana del profondo sud.

Condivisioni 17
Share

Gemma & The Travelleres fanno un disco che accende l’immaginazione e migliora la vita, e non rimane soltanto un supporto fonografico, o un file nel computer.

Condivisioni 22
Share

Dotati di un impianto ritmico espressamente rockblues, i 3 di Darfo Boario Terme (BS) mettono a punto un motore musicale di stampo Southern che suona una meraviglia, come quelle macchine da rally che fanno mangiare la polvere su strada agli avversari, tanto è stato preciso e onesto il lavoro infuso che aspetta solo di vincere e ritirare il trofeo, in questo caso di rocksmen dalla verace costituzione soul.

Condivisioni 52
Share

Gli italiani, a volte (anche piuttosto spesso), lo fanno meglio!

Condivisioni 63
Share

Le canzoni, termine assai stretto per queste composizioni, sono di una musicalità davvero diversa, con un profondo tocco di spiritualità, ma non un qualcosa di confusamente new age, ma un tentativo di innalzarsi con la musica.

Condivisioni 3
Share

Il quarto disco di questo gruppo tedesco è davvero un bellissimo gioiello, levigato e dolce come un mojito, forte e ricco come un rum agricolo.

Condivisioni 2
Share

Ascoltando Edda’s Garden innanzitutto ci si diverte e poi si rimane meravigliati dall’unione di talento e gusto.

Condivisioni 33
Share