iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Yuno – Moodie

In tempi nei quali sembra che non si possa più avere un futuro musicale e non solo, questo ep è una piccola luce, ma molto potente.

Yuno – Moodie

Yuno da Jacksonville Florida è una bella scoperta, ed qui è al suo debutto su Sub Pop.

Esordire sull’ etichetta di Seattle è già un buon viatico ed un ottimo biglietto da visita, ma quando poi si fa partire questo ep tutto è molto bello. Yuno fa un qualcosa di moderno tra pop, rap, ed elettronica, ponendo il ritmo e la melodia al di sopra di tutto.

C’è anche qualcosa di soul nella sua solare proposta, che è anche molto radiofonica, ma con una profondità sonora sconosciuta alle cose che passano in radio attualmente. Yuno ha scritto e composto tutto l’ep da solo, ed è completamente in controllo, e ciò lo si sente chiaramente.

La personalità musicale di Yuno è straripante, ma mai debordante in maniera confusa, anzi è tutto molto chiaro e cristallino.

Una delle peculiarità maggiori di questo disco è l’uso davvero originale dei tempi musicali, con parole cadenzate in maniera diversa e sempre alla ricerca della melodia sopra a tutte le cose. Questa continua ricerca produce un ottimo risultato, ci sono ancora certe cose acerbe, ma il tutto funziona molto bene e anzi è già un discorso molto avanzato, che non potrà che portare ottime cose in futuro.

In tempi nei quali sembra che non si possa più avere un futuro musicale e non solo, questo ep è una piccola luce, ma molto potente.

ETICHETTA: Sub Pop

TRACKLIST
1.Amber
2.No Going Back
3.Fall In Love
4.Why For
5.So Slow
6.Galapagos

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Tarantola

Intervista con Mauro Locandia fondatore dei Tarantola, reggae in combination Londra e Salento, con il singolo “Original terron” scirtto e prodotto a quattro mani con Sabaman.

Tiziano Popoli – Selinute

Lavoro notevole, un blues enorme e totale, un viaggio su asfalto, sangue e polvere. Trasposizione sonora della performance video, musicale e in danza firmata da Tiziano Popoli per la musica e per il resto dal pittore e disegnatore fetish Roberto Baldazzini andata in scena nell’ottobre

Dark Oath – Ages of men

I Dark Oath sono un gruppo portoghese di death metal sinfonico con voce femminile e “Dark ages” è il loro secondo disco, dopo il debutto intitolato “When Fire Engulfs the Earth”.