Posts in category

iye-black

I ritmi della musica afro-americana in tute le sue molteplici sfaccettature : funky, soul, blues, reagge, jazz, rap


la band di Leeds colpisce un’altra volta il bersaglio, con un disco che è un piacere dall’inizio alla fine e che riallinea il nostro spirito con la felicità ed il groove.

Condivisioni 4
Share

La classe è innata, ma c’è un grande lavoro dietro e si sente, e il risultato è di alta qualità e di altissima ballabilità.

Condivisioni 9
Share

Il disco ha molteplici funzioni, e può essere usato in molteplici contesti : come colonna sonora per una rapina nel centro di Roma, come base per feste scatenate o dopo sbronza importanti, insomma è sempre il momento per i Funkallisto.

Condivisioni 3
Share

Si riaffacciano sulla scena i Julie Met, da Bologna, intenzionati col loro EP “OUT OF SIGHT” a far vedere quanta stoffa hanno da vendere; il ben progettato lavoro oltre ad avere qualche asso nella manica, gode di una stabilità musicale ben centrata sul blend di funk, R&B and soul e da lì trascinata su Marte dalla splendida voce di Giulia Matteucci.

Condivisioni 20
Share

Dirty Labbra è un lavoro originale ed innovativo in un panorama atrofizzato, è un prodotto che è undergound ma non solo, può piacere anche a chi è nato con un altro tipo di rap, come ai giovani che ne conoscono il tipo più moderno.

Condivisioni 17
Share

Trait d’union di ambrata suggestione e consistenza, tra reggae e jazz, la voce versatile di Zara McFarlane produce con estrema passione e forte spirito di ricerca un albo che potrebbe generare la nascita di alcuni classici futuri, grazie ad un lavoro che permette di far oscillare numerose tendenze ossimoriche atte a diffondere il nù-sound nella sua opera migliore.

Condivisioni 11
Share

La formula musicale di Bei Bei e Shawn ha molto della jam, i due suonano, il guzheng detta le linee e Shawn si inserisce fra queste con molto stile e con gli strumenti e i tempi giusti.

Condivisioni 5
Share

Album d’esordio per i D.O.V.E., acronimo di Drums_Organ_Vibes_Ensemble, ovvero una formazione inedita per il jazz, composta da vibrafono, organo Hammond e batteria, ma tutto qui è molto poco convenzionale, jazz in completa libertà, senza limiti di spazio né tempo, un gioioso fluire che si avvicina molto anche al migliore lounge, quello che accompagna i drinks …

Condivisioni 18
Share

La varietà e la qualità della raccolta sono incredibili, e a noi italiani piacerà molto, perché ha un gusto vicino agli anni sessanta e settanta italiani, con pezzi quasi lounge nell’accezione di lounge italiano, e soprattutto è un documento molto importante di una musica sudamericana altra, molto diversa e varia.

Condivisioni 3
Share

Landero è uno dei punti più alti della cumbia mondiale, e questa raccolta mette insieme alcune delle sue produzioni, ed è imprescindibile non solo per il conoscitore ma anche per chi vuole entrare dalla porta giusta in un mondo misterioso ed affascinante.

Condivisioni 1
Share

Il rap dei Seri – Al Rappers è la sintesi creativa di un collettivo di diverse teste e diversi orientamenti musicalilche trovano più punti d’incontro, e semplicemente fanno rap.

Condivisioni 26
Share

I The Meltdown fanno un southern soul di altissimo livello, dove la parte southern è davvero fortissima, poiché questi ragazzi suonano come una band americana del profondo sud.

Condivisioni 17
Share