iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Marie Queenie Lyons – Soul Fever

Marie Queenie Lyons: quello che rimane è questo tesoro soul funky che si può riscoprire in vinile e digitale, e che farà la gioia di molti.

Marie Queenie Lyons – Soul Fever

Unico disco pubblicato nel 1970 dalla Deluxe Records, sussidiaria della King di James Brown, “Soul fever” viene ristampato dalla madrilena Vampisoul, sempre molto attenta a riproporre ottimi dischi finiti nell’oblio.

Di Marie si sa poco e nulla, se non che viene dal profondo sud degli Stati Uniti, e più precisamente dalla Louisiana, ma oltre null’altro. Il disco è un ottimo catalogo di canzoni funky soul, composte molto bene ed eseguite ad arte, mettendo in evidenza la voce grintosa di Marie.

La cantante americana con questo lavoro d’esordio dimostra di avere un certo talento, e la sua maggiore peculiarità è la grinta e la potenza della sua voce, come si può ascoltare molto bene con questi pezzi.

Il suo modo di interpretare è molto funky, con quella veemenza che si trasforma in potenza animale con il dipanarsi del basso e de gli altri strumenti. In “Soul fever” troviamo durezza, potenza e tanta voglia di spaccare tutto, con una esecuzione ruvida e molto fisica. Le tracce del lavoro si inseriscono tutte molto bene nel filone anni settanta del funky soul, un’epoca d’oro che non si è più ripetuta, se non in maniera differente da quella e che ci ha lasciato molte ottime testimonianze come questa.

Nei dodici pezzi della ristampa della Vampisoul si spazia dalla maggioranza di pezzi veloci e con bassi profondi a momenti più dolci e si possono sentire alcune orchestrazioni, che rendono il tutto più variegato.

Nel complesso il disco è un ottimo esempio di funky soul anni settanta, con una interprete valida e con ampi margini di crescita, che avrebbe avuto un buon futuro musicale. Invece questo ipotetico futuro musicale non si realizzerà mai, dato che questo disco sarà il primo ed ultimo della carriera di Marie Queenie Lyons, di cui non sapremo più nulla, inghiottita dalla vita quotidiana.

Si possono solo fare ipotesi su cosa possa essere accaduto, dalle scarse vendite all’abbandono dell’attività musicale o chissà cos’altro.

Quello che rimane è questo tesoro soul funky che si può riscoprire in vinile e digitale, e che farà la gioia di molti.

Marie Queenie Lyons – Soul Fever

1. SEE AND DON’T SEE
2. DADDY’S HOUSE
3. YOU USED ME
4. YOUR THING AIN’T NO GOOD WITHOUT MY THING
5. SNAKE IN THE GRASS
6. YOUR KEY DON’T FIT IT ANYMORE
7. FEVER
8. I DON’T WANT NOBODY TO HAVE IT BUT YOU
9. WE’LL CRY TOGETHER
10. I’LL DROWN IN MY DREAMS
11. I WANT MY FREEDOM
12. TRY ME

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Blocco Nero – Cronache

A distanza di dieci anni dall’ultima apparizione discografica torna il Blocco Nero, una delle più interessanti avventure musicali degli ultimi anni. Il Blocco Nero tornano con “ Cronache” un disco che racchiude 8 canzoni che sono otto date importanti per la storia italiana e non

Morta Skuld – Creation undone

Morta Skuld: un disco che pareggia e forse supera le uscite migliori della loro gloriosa carriera, death metal senza compromessi alla carica sempre.