Recensioni Rock

Il rock, o musica rock, è un genere della popular music sviluppatosi negli Stati Uniti e nel Regno Unito nel corso degli anni cinquanta e sessanta del Novecento.

The Hard Ons – I’m Sorry Sir, That Riff’s Been Taken

Una copertina che, per colori e lettering, rimanda mente e cuore all’album d’esordio dei sempiterni Buzzcocks (“Another Music in a Different Kitchen”) annuncia al mondo il ritorno degli Hard-Ons, punk rockers australiani di lungo corso, formatisi a Sydney nel lontano 1982.

Stain – Kindergarten

Quando si ascolta il primo pezzo chiamato Clay del nuovo ep degli Stain, che si intitola Kindergarten si ha la netta impressione di entrare in una nuova dimensione, in un parco giochi per adulti non cresciuti e giovani che vogliono rimanere tali almeno nell’anima.

Zhoop – Wallflower Hardcore

13 pezzi di musica che verrebbe da etichettare semplicemente come ZHOOP, esattamente con lo stesso nome scelto dal suo stesso autore come marchio distintivo; poiché, oramai, proprio di marchio distintivo

THE ROUTES – INSTRUMENTALS II – SHAKE FIVE

The Routes – Instrumentals Ii – Shake Five

Chris Jack non lascia, ma raddoppia. Anzi: triplica. I nippo-britannici Routes arrivano a sfornare ben tre album nel 2021, arrivando complessivamente alla cifra tonda (dieci) di lavori sulla lunga distanza nel giro di tre lustri.

THE SMOGGERS – FUNERAL

The Smoggers – Funeral

Seconda uscita del 2021 per i Smoggers, garage rock band di Siviglia che, dopo aver rilasciato la raccolta di rarità (più due inediti) “13 years of fuzz insanity!”, tramite Dead Beat Records, per festeggiare il cammino fatto dal gruppo dalla sua nascita (2007) a oggi, ha anche pubblicato,

Glands – Crackhole Demo

Glands-Crackhole Demo – faresti meglio a tacere, riascoltare questa demo in loop e prendere tanti, ma proprio tanti appunti…

The Gobs – 1 – 2 – 3 – 4!! – Cassetta

The Gobs-1-2-3-4!!-Cassetta // Una matassa di voce, chitarra, basso, batteria e synth ti assale all’ascolto senza mai negarti il piacere della melodia e il naufragar m’è dolce in questo mare dove tutto si confonde formando un suono unico, indivisibile.

The Lucid Furs – Damn ! That Was Easy

Secondo disco per i Lucid Furs di Motor City Detroit, Damn ! That Was Easy sull’italiana Argonauta Records, con il loro blues rock molto dinamico e pieno di auto ironia.

Men And Health – Heroin On Reality Tv 7″

In questi Men and Health militano tutti e due gli Ok Sátan, con l’aggiunta di un terzo, bassista, sempre con drum machine al seguito, e, per l’ennesima volta, son riusciti agilmente a far centro nella mia vita.

Wooden Fields – Wooden Fields

I Wooden Fileds sono un trio con un certo pedigree, ma fondamentalmente sono tre amici che amano molto la musica e che la suonano molto bene.

THE GLUTS – UNGRATEFUL HEART

The Gluts – Ungrateful Heart

THE GLUTS – UNGRATEFUL HEART : Il quartetto nostrano è fautore di una formula che abbraccia l’universo post-punk quanto quello noise rock e (neo)psichedelico, cantato interamente in inglese.