Molto piene le sonorita' di questo terzo album (registrato, per larghissima parte, in presa diretta) dei Caboto, sestetto bolognese dalle soluzioni complesse e ricche.La mente corre dietro a una miriade di riferimenti e suggestioni, ascoltando il CD: Henry Cow, Tortoise, Sweep The Leg Johnny, Giddy Motors, Don Caballero, certe sperimentazioni jazz, certo progressive anni Settanta...

Gli EX-P sono un trio estremamente anomalo, nella sua composizione (batteria e due bassi). Ma, a dispetto di cio'che potremmo immaginare, la loro musica non presenta ritmi serrati o sonorita' pesanti. Al contrario, il trio opera una sorta di fusione tra elementi di free-jazz e atmosfere psichedeliche, che ricordano, in alcuni momenti, perfino certe soluzioni...

( QUINGCHICKMUSIC 2007)rock vecchia maniera, anche qui molti sussurri, ma almeno c'è l'accompagnamento di un gruppo, che ha il suo centro in Sue Quigley, ma almeno il risultato è un pò più vario. Il problema è che è musica già sentita milioni di volte. Sue è brava, suona e canta bene, ma il risultato è...

(AUTOPRODOTTO 2007)continuando a scavare nello stesso filone (grazie simo ti voglio bene), troviamo Helen Austin, che del lotto attuale, è la migliore. Dal Canada arriva un rock intimista, fatto di note rarefatte, molto ben prodotto e ben suonato. La voce di Helen si inserisce nel contesto cantautoriale e i testi parlano di vita e cioccolata....

(LIFEGATE MUSIC 2007) Progetto realizzato tra Canada (sì, ancora) ed Italia dal cantautore Andrea Parodi, portatore sano di un rock and roll sincero, dedicato ai suoi nonni che gli hanno raccontato molte delle storie poi diventate canzoni di questo album. Il genere è cantautorale, composto e suonato con stile, si sentono le gocce di sudore...

(AUTOPRODOTTO 2007)ennesimo disco di un cantautore americano autoprodotto. Solo voce e chitarra, che introducono un'infinita noia, divisa in dieci tracce intimiste e da sfigati dalla lacrima facile. Simpatico se è un vostro amico, ma perchè questi pseudo cantatutori hanno sempre i soldi per autoprodursi, a altri più validi devono dare via il ----- per stampare...

(SEAHORSE RECORDINGS 2007) Dalla Campania arrivano questi quattro guaglioni, che come i loro compagni di etichetta Deny propongono un rock altro, maggiormente mischiato all'elettronica. Le atmosfere sono ora dilatate, ora claustrofobiche, mai banali. Il loro suono è curato, e i risultati sono migliori, anche rispetto a gruppi più gettonati, ma siamo sempre alle solite, non hanno...

(SEAHORSE RECORDING 2008)gravitanti nell'area nouvelle vague della Fridge, praticano un post rock molto fumoso e dilatato, errante ed affascinante (sono peggio di dj francesco nel fare le rime). Unico difetto è la voce fuori posto in alcune canzoni, ma sono piccoli particolari. Pezzi come "Leaves of grass" formano anelli di fumo che fanno stare bene....

(AUTOPRODOTTO 2007)tanto per darne una definizione idiota li si potrebbe nominare iMogwai anfibi di Olona (Va), giusto per tracciare qualche coordinatasonica. Sicuramente hanno una grande simpatia per i corsi d'acqua,unito a uno spiccato senso dell'ironia. Il tappeto sonoro è tenero edindolente, rimanda appunto ad un lago, posto dove hanno inciso questodischetto. Sono quasi tutti tecnici...

Diario inedito di un neo garibaldino.A cura di Ettore Bianciardi.Stampa Alternativa. Collana eretica.Questo libro raccoglie un bel po' dimateriale che lo scrittore toscano Luciano Bianciardi dedico' ad unadelle più grandi passioni della sua vita, l'epopea diGaribaldi e della spedizione dei Mille.Mentre scrivo questo breve commento aGenova sono in corso celebrazioni dell'evento con una serie diiniziative....

Stampa Alternativa. Collana Eretica.Mentre leggevo questo romanzo di Enrico Baraldi il tempo e' scorso molto velocemente, la lettura e' stata rapida e piacevole. Questo romanzo e' anche una storia noir che si dipana tra l’Italia e il Sud America. Inizia con un volo di una automobile da un burrone e finisce li', poco dopo.In mezzo,...

(NARNACK RECORDS 2005)arriviamo in ritardo, colpevole ritardo per questo gran cd. In più mi dispiace essere d'accordo con Blow Up, ma questo è un gran disco, anzi è una bomba. Folk imbastardito suonato a mille all'ora, Bob Dylan dopo dieci tirate di anfetamina. Per me che sono a digiuno anche della nuova scena folk, quella...