iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : The Ceiling Stares – The Super Vacations – Split

The Ceiling Stares - The Super Vacations - Split: The Ceiling Stares e The Super Vacations si sono messi insieme per dar vita al perfetto split psichedelico, muovendosi a...

The Ceiling Stares – The Super Vacations – Split

The Ceiling Stares e The Super Vacations si sono messi insieme per dar vita al perfetto split psichedelico, muovendosi a meraviglia tra chitarrismi indie e sferragliate garage (con melodia).

Questo fantastico gioiellino rock’n’roll è il prodotto di più sforzi congiunti. Quello delle due band innanzitutto: una, i Ceiling Stares, un quintetto di Pittsburgh alla prima prova discografica; l’altra, i Super Vacations, un altro quintetto (da Norfolk stavolta) con alle spalle svariate uscite tra 7”, EPs e LPs. Poi, quello delle due case discografiche: la Velocity of Sound e la minuta Sweaters and Pearls records etichette di tutto rispetto in ambito garage e 7”.
Il risultato di questo lavoro a più mani è un singoletto delizioso e accattivante che tiene buona compagnia e che si lascia riascoltare a più riprese divertendo e costringendo la bocca aperta in più momenti. La traccia di apertura è affidata ai neofiti Ceiling Stares, che ci deliziano con A Tunnel Through The Air, un lungo ma buonissimo indie rock chitarristico sostenuto da riffose chitarre fuzz che non disdegnano il solo, un synth di sottofondo che dona alla canzone una retrogusto dolce e un’aurea psichedelica lo-fi che avvolge il pezzo dall’inizio alla fine. Bel pezzo veramente, attendiamo con ansia un più logorroico LP.
La seconda parte dello split è affidata ai veterani Super Vacations, che la dividono in due pezzi psichedelici dagli umori taglienti ma anche decisamente pop. Hexxing è un contagioso garage pop dai contorni psichedelici che ti costringe a battere il ritmo e ti fa venir voglia di ballare. Uno di quei pezzi che pagheresti oro per averlo come colonna sonora del caffè mattutino. Controller ha i connotati un po’ più adulti di un garage rock di inclinazioni punk, uno stomp freak-fuzz avvolto da umori acidi e da piacevoli rumorismi che non prendono mai il sopravvento, lasciando alla melodia e al riff il compito di portare avanti il pezzo lungo i suoi due minuti scarsi di durata.
Niente per cui valga la pena strapparsi i capelli, d’accordo, ma un ascolto veramente di piacevole che assolve bene alla funzione di riappacificarti con la giornata. Il futuro attende fiducioso.

TRACKLIST:
1. A Tunnel Through The Air (The Ceiling Stares)
2. Hexxing (The Super Vacations)
3. Controller (The Super Vacations)

The Ceiling Stares - The Super Vacations-Split

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Emma Tricca - Aspirin Sun_cover

Emma Tricca – Aspirin Sun

Emma Tricca – Aspirin Sun : «Aspirin Sun» è un disco mattutino: di folk psichedelico mattutino, forse un po’ insonne. È folk cinematografico, se mi passate il termine, ideale colonna sonora di un vecchio film

Deerhoof - Miracle-Level_cover

Deerhoof – Miracle-Level

Tolti i testi, di cui la maggior parte di noi non capirà un acca, la musica è quella dei Deerhoof che abbiamo imparato ad amare, appena appena più pop e diretta di quella fuoriuscita dalle prove precedenti, ma sempre piacevolmente unica e bislacca.

Pamplemousse - Think of It_cover

Pamplemousse – Think of It

Think of It è un disco noise rock in bianco e nero, analogico fin dalla coperta, costruito su fondamenta di accordi in minore, riff fuzzosi che si avvolgono e si svolgono in continuazione come quelli di chi sapete voi, accompagnati da un battito preciso e minimale, che dà un solido contributo a sostenere l’architettura e dare groove alla materia.

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.