alberto boccardi-alberto boccardi

alberto boccardi-alberto boccardi 1 - fanzine

alberto boccardi-alberto boccardi

Alberto Boccardi (già nei Brainsick) debutta in veste solista esplorando raffinati territori elettronici. Il disco (omonimo) si compone di cinque tracce caratterizzate da delicatezza, cura per i dettagli, momenti di straniamento, paesaggi sonori scarni e minimali.

L’opera si apre con i due volti di Laying On Before (il primo ritmato e leggermente arrugginito, il secondo etereo, delicato e trasognato) e con la breve quanto soffice Desolate Red Fingers (Cinzia Delorenzi alla voce). Unexpected Places, We Saw (e i suoi nove minuti di durata) ipnotizza con il suo crescendo al sapore di industria, per poi sgocciolare dolcemente nelle nostre orecchie per mezzo di morbide e minimali melodie. You Told Me That You Were Lying, invece, delinea ampi e scarni paesaggi sonori lasciando carta bianca ai drones , alle note stranianti e alle ritmiche lievemente inquiete, mentre Clocking The Time conclude sinuosa tra note di sax intriganti quanto aggressive (nel finale).

Alberto Boccardi e i suoi cinque brani colpiscono nel segno: la musica proposta non è sicuramente delle più facili da comprendere, ma perdersi in queste eteree dimensioni, in un continuo gioco fra vuoti, impercettibili note e improvvisi aumenti di volume, potrebbe rivelarsi una piacevole esperienza.

TRACKLIST:
01. Laying On Before
02. Desolate Red Fingers
03. Unexpected Places, We Saw
04. You Told Me That You Were Lying
05. Clocking The Time

alberto boccardi-alberto boccardi

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.