Lode all'Avant! Records di Bologna, compagine discografica che ha nel proprio arsenale ottimi pezzi d'artiglieria futuristica tra cui gli italiani Holiday Inn, Father Murphy! La label è scrupolosamente attenta ad indubbi suoni sensuali, cupi, soprattutto dark, come spiega il suo fondatore Andrea Napoli: "Dark non inteso come lo intendiamo in Italia, dove sta per goth, ma...

Un gran bel lavoro, con una visione molto vasta, che lascia grande spazio all’immaginazione dell’ascoltatore, con una synthwave molto al di sopra della media....

Un disco che potrà essere ascoltato come un videogioco e giocato come un disco, con nostalgia ma anche con voglia di costruire un ambiente musicale nuovo, creando una bella narrazione musicale. ...

In una Venezia che si conferma polo di novità e fermento creativo, ecco un duo dall'alto potenziale che si esprime seguendo una concezione musicale offbeat, battendo forte sulla ufficiosa filosofia della gloriosa K Records, incisa per mano di Mark Baumgarten, "It's a scary world, but we don't need to be scared anymore. We need active...

Roba del Demonio. Sono rari i gruppi che esordiscono in tal modo nella scena musicale, qualsiasi genere si prenda in considerazione. Dalla fredda e vulcanica Islanda esordiscono i Ljáin con una demo che non vede alcuna speranza di salvezza. L'unico riferimento da considerare è Moon (dagli antipodi Australiani) che con Chaduceus Calice aveva dato un seguito...

I Dperd sono un gruppo unico in Italia per poetica ed atmosfere, portano avanti da anni un discorso ben preciso con grande coerenza e in questo disco forse raggiungono il loro apice....