Stilz – Sentient


Recensione

Un gran bel lavoro, con una visione molto vasta, che lascia grande spazio all’immaginazione dell’ascoltatore, con una synthwave molto al di sopra della media.

Dalla magnifica etichetta marsigliese Lazerdiscs ci si può aspettare di tutto, ma questa volta stupiscono ancora.

La label francese è specializzata in retrowave, syntpop, synthwave e retrodisco, e con questo lavoro fa compiere a questi suoni un’ulteriore evoluzione. Stilz è un produttore canadese di Calgary, che per anni ha prodotto beats per l’hip hop e ora si cimenta in questa avventura, cominciata davvero bene con il primo disco Starcrash.

I suoni di questo lavoro sono quelli del synthwave più pompato e della retrowave più spinta, ma hanno un gusto diverso rispetto a ciò che sentiamo abitualmente nel genere. Il groove è molto ben definito, e ci sono anche elementi minimali di techno, soprattutto nel modo di intendere la canzone. Stilz fa synthpop molto maturo ed evoluto rispetto alla maggioranza degli altri gruppi.

Sentient è la perfetta colonna sonora di una megalopoli del futuro, dove sotto una pioggia che sembra non avere mai fine, ci sono guerre tra gangs, reti neuronali e sinapsi sintetiche. Insomma ciò che potrebbe essere un futuro possibile e nemmeno troppo lontano, dove la musica di Sentient si pone perfettamente come battito di un cuore che ormai è solo digitale. La lunghezza del disco non è trascurabile, venti tracce non sono certamente poche, ma sono necessarie perché rendono molto bene l’ambizioso disegno di Stilz. Anche la durata dei pezzi non va mai sotto i due minuti e trenta, perché la musica di Stilz cresce come un temporale lontano e va di fretta.

La produzione è ottima e lascia leggermente meno spazio ai bassi per creare un amalgama sonoro differente, regalando tantissimo spazio ai synth, vero e proprio motori primi del disco.

Un gran bel lavoro, con una visione molto vasta, che lascia grande spazio all’immaginazione dell’ascoltatore, con una synthwave molto al di sopra della media.

ETICHETTA: Lazerdiscs Records

TRACKLIST
1.The City (Feat Siddhartha Barnhoorn)
2.Awake
3.Control (feat. Castroe)
4.Who am I 04:27 video
5.Acceleration
6.Calibration
7.Hardware
8.Streets (Feat Electric Dragon)
9.Infiltrator
10.District
11.Undercover (feat. Nowtro)
12.Gangland (feat. Red Marker)
13.Fortress
14.Memories (Feat Night Raptor)
15.Dark Dreams
16.Mind Stalker (feat. Electric Dragon)
17.Neuronet Resonance
18.Burned
19.Black Rain
20.Stand Still

6 Condivisioni

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.