Author: Marco Valenti

  • All
  • Articoli
  • evidenza
  • Good and bad news travel fast
  • Iyelab
  • La nostra Storia
  • Podcast
  • Recensioni

Passano i giorni ma resta immutata la situazione sotto il cielo di un inverno che ancora pare non avere intenzione di mostrare il suo vero volto. Passano, e lasciano tutto invariato. Siamo ancora nel pieno di una confusione epocale in cui l'ignoranza regna sovrana....

Rita Tekeyan “Green Line” [Seahorse Rec. 2021]- Sono passati sei anni dal suo debutto discografico, quel “Manifesto AntiWar” che me la fece scoprire e che mi conquistò al primo ascolto. ...

Può suonare strano parlare oggi di un romanzo uscito nel millenovecentonovantasei. Ma non è così. Non è questo il caso. La storia ci insegna a guardare sempre indietro, per capire che cosa ci siamo perduti e dove abbiamo sbagliato. “Un destino ridicolo” di Fabrizio De André e Federico Gennari...

C'è un tempo per ogni cosa. Come recita il Qoelet ebraico c’è, tra gli altri, un tempo per gettare sassi ed uno per raccoglierli, uno per amare e uno per odiare, uno per demolire ed uno per costruire, uno per tacere ed uno per parlare....

Come spesso accade per le mie "confessioni" è la strettissima attualità il motore dei miei ragionamenti. Tra le tante sollecitazioni di questo inizio di estate come restare silenziosi quando tutti si stanno dividendo sull'opportunità di aderire o meno alle proteste anti razziste all'interno dei campionati europei di calcio?...

Nemuri No Hana "ep03" [Musica Orizzontale 2021]   Quello creato dai ragazzi di Musica Orizzontale è un universo alternativo a quello che siamo soliti conoscere e che abitiamo. Va decisamente controcorrente rispetto al nostro quotidiano, all'omologazione tradizionale da cui ci siamo lasciati sedurre per pigrizia intellettuale. La loro è un'alternativa mentale che si traduce anche e soprattutto in un'alternativa sonora volta a cambiare lo status vigente. In un mondo che si muove verticalmente loro...

Guardando a ciò che succede da tredici lunghi mesi a questa parte, non posso non tornare a dichiarare pubblicamente il mio disprezzo per chi indottrina, in modo quasi radicalizzante, menti inflaccidite, e pronte all'inoculazione di ogni sorta di delirio, in nome di un risveglio rivoluzionario....