iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Sierra – Strange Valley

Strange Valley è un disco molto interessante, con ottimi picchi ed una qualità media molto buona, e ci presenta un altro modo di fare elettronica di alta qualità.

Sierra – Strange Valley

The future don’t looks so bright …immaginate Mad Max in mezzo ad una tempesta elettromagnetica in una Parigi ormai disabitata dopo una guerra atomico batteriologica, dove le uniche forme di vita sono delle macchine che continuano a fare i loro calcoli binari…

Sierra è una musicista produttrice parigina, che fa parte di quella carovana digitale di talenti che corrisponde al nome di Lazerdiscs Records di Marseille, una delle etichette migliori in ambito elettro synthwave e tanto altro. Strange Valley di Sierra è la loro ultima uscita ed è una guida di come si possa fare elettronica ispirata agli anni ottanta, con un basso vibrante e suoni vicini alla perfezione.

I synth qui viaggiano molto veloci e nitidi, la produzione mette in risalto le migliori peculiarità di Sierra e delle sue composizioni che sono tutte bene costruite, seguendo un andamento che invoglia l’ascoltatore a sentire ogni secondo di questo disco.

Rispetto ad altri dischi della stessa etichetta qui il basso si avvicina maggiormente alla techno, mantenendo sempre un sapore retrò. Sierra sa benissimo cosa fare e lo fa molto bene, alzando ed abbassando la manopola della tensione, con un disegno narrativo ben preciso. Non troviamo speranza, salvezza o messaggi costruttivi, ma lande neuronali di perdizione e drogati che fanno astinenze sintetiche contando draghi di oppio vestiti.

Strange Valley è un disco molto interessante, con ottimi picchi ed una qualità media molto buona, e ci presenta un altro modo di fare elettronica di alta qualità.

ETICHETTA
Lazerdiscs Records

TRACKLIST
1.Intro
2.Hide
3.A Cold Night
4.Desierto
5.Two-Headed Birds
6.A Long Walk

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Tarantola

Intervista con Mauro Locandia fondatore dei Tarantola, reggae in combination Londra e Salento, con il singolo “Original terron” scirtto e prodotto a quattro mani con Sabaman.

Tiziano Popoli – Selinute

Lavoro notevole, un blues enorme e totale, un viaggio su asfalto, sangue e polvere. Trasposizione sonora della performance video, musicale e in danza firmata da Tiziano Popoli per la musica e per il resto dal pittore e disegnatore fetish Roberto Baldazzini andata in scena nell’ottobre

Dark Oath – Ages of men

I Dark Oath sono un gruppo portoghese di death metal sinfonico con voce femminile e “Dark ages” è il loro secondo disco, dopo il debutto intitolato “When Fire Engulfs the Earth”.