Whales And Aurora – Whales And Aurora Ep

Whales And Aurora – Whales And Aurora Ep

Dato che devo andare a Torino metto in macchina un paio di dischi dei quali devo fare la recensione, solo che succede che comincio con questo EP dei Whales And Aurora e finisce che lo ascolto in loop per oltre 100 chilometri. Due canzoni, due parole: che goduria (per le orecchie)!

Haunted by Coyotes parte piano, in crescendo, con ritmi tribali ed evocativi di foreste selvagge e lande desolate. L’immagine che mi si stampa per la testa è quella di una caccia dove devi decidere se essere la preda o il cacciatore, per sopravvivere. La trappola viene preparata con cura, lentamente, di nascosto; la tagliola viene tesa per poi scattare improvvisamente, in un istante fulmineo dove la carne viene macellata e si percepiscono trionfo e dolore.
Albatros è una poesia, è davvero un volo sul mare, un viaggio, metamorfosi e catarsi. Gli strumenti sono alternati in maniera pressoché perfetta, li individui singolarmente nei momenti giusto e si sovrappongono con potenza nel momento in cui si deve sprigionare l’energia della trasformazione, alla fine della propria Odissea.
Complimenti a questi quattro vicentini che mi hanno regalato brividi paragonabili a quelli provati coi primi ascolti di “Salvation” dei Cult of Luna.

Tracklist :
1. Haunted by Coyotes
2. Albatros

Line-up :
Nicolò De Franceschi – Guitar, Harmonium
Andrea Segnini Campesato – Drums
Alberto Brunello – Vox, Organ
Pietro Malosso – Guitar

WHALES AND AURORA – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
1 Comment

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati