Thot – Fleuve


Recensione

Nervoso, cangiante, flessuoso, verde e grigio, blu e bellissimo da esplorare questo è Fleuve, un’opera che ricorda in qualche maniera le prime cose dei connazionali Deus, ovvero un’esplorazione di linguaggi sonori e di somatizzazioni musicali.

Un album straripante, sentito, rigoglioso, in download libero e che contiene molte delle istanze che ci hanno fatto innamorare della musica.

Totalmente inatteso, come se spuntasse da dietro un angolo cieco, arriva questo disco dei belgi Thot, attivi da anni nel sottobosco rumoroso europeo. Ci sono molte cose da dire su questo disco, ma per fortuna nostra ce ne sono ancora di più da ascoltare, in questo eden musicale.

Questo disco vibra, e lo fa in forme differenti, è come se fosse una nostra giornata, le note e i mood sono differenti, c’è il sereno ma tutto può cambiare da un momento all’altro, come lo scorrere di un fiume, sublime panta rei.

Il disco infatti si intitola Fleuve che in francese significa fiume, e ogni titolo della canzone è un fiume europeo, e tutta l’opera nelle intenzioni dei Thot è un’ode all’Europa. Nervoso, cangiante, flessuoso, verde e grigio, blu e bellissimo da esplorare questo è Fleuve, un’opera che ricorda in qualche maniera le prime cose dei connazionali Deus, ovvero un’esplorazione di linguaggi sonori e di somatizzazioni musicali.

Troviamo di tutto, dalle sfuriate new wave a droni dal sapore grunge, fuoco e acqua, bene e male. Nell’opera dei Thot possiamo anche rintracciare una buona dose di post, sia rock che metal, perché vanno davvero oltre molte situazioni che sono comuni alle nostre orecchie. Ci si rotola in questo disco, come quando si fa sesso con una persona con la quale non si dovrebbe fare sesso, ma è bellissimo così, e questo disco è disturbante e bellissimo.

I rimandi fra voce maschile e voce femminile funzionano benissimo e sono davvero un valore aggiunto. Un disco che scava e che va lasciato scorrere, perché sarà una grande scoperta.

ETICHETTA: Weyrd Son Records

TRACKLIST
1.ICAUNA
2.ODRA
3.VLTAVA 04:01
4.RHONE
5.RHEIN
6.DUNA
7.VOLGA
8.SAMARA
9.BOSPHORE
10.
NOW’S THE ONLY TIME I KNOW (Fever Ray Cover – Bonus track)

9 Condivisioni

1 Comment

  1. admin
    10 marzo 2018
    Rispondi

    a me ricordano molto atdi e mars volta.. magari sbaglio

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.