Ovo – Creatura

Ovo – Creatura

A volte non è così semplice classificare una band secondo generi musicali prestabiliti e molto spesso non se ne vede il bisogno, ci sono realtà che giocano a favore di questa teoria, un esempio sono gli OvO che tolgono tutti dubbi sulla tipologia del genere che esprimono, escono dai soliti canoni fondendo insieme generi musicali come il noise, il rock e l’elettronica.

Come da titolo del disco gli Ovo plasmano una Creatura composta da accrocchi infernali di synth, chitarre, percussioni e voci distorte urlate. Un disco che potrebbe essere stato risputato dall’inferno, Stefania Pedretti e Bruno Dorella insieme a DioDrone Records ci fanno viaggiare in ambienti sperimentali facendoci passare per colossali e mostruose sonorità pronte a scuotere la paura che alberga anche nel più coraggioso ed impavido degli esseri umani.
Vagare in una città deserta abitata da strani spiriti, camminare voltandosi continuamente avvertendo la presenza di qualcuno che appena ci si gira non si riesce a scorgere, girare gli angoli non sapendo mai cosa ci aspetti.

Un disco che tiene costantemente col fiato sospeso, 41 minuti di vera e propria apnea, batterie mar-tellanti, voci indemoniate, distorsioni esasperate.
Il duo non lascia nulla al caso tanto da compattare ancora di più questo lavoro con una copertina de-gna di quanto trasmesso dalla musica, proprio gli OvO dicono che l’artwork sia ispirato a simboli e iconografie antiche e senza tempo, dai sigilli alchemici alle carte divinatorie, ma con un tratto origi-nale e indentitario.
Negli anni grazie a queste caratteristiche e live molto particolari gli OvO sono riusciti a ritagliarsi il loro spazio in mezzo mondo, protagonisti di tour in Europa, Nord America, Messico, Medio Oriente, Sud Est Asiatico.

Gli OvO si prendono le proprie responsabilità e propongono all’ascoltatore una musicalità che raramente si ha il coraggio di offrire, portandolo a farsi tirar giù con cattiveria nell’oblio tormentato della Creatura, senza alcuna via di scampo.

 

TRACKLIST
01. Satanam
02. Eternal Freak
03. Creatura
04. Matriarcale
05. Zombie Stomp
06. Buco Nero
07. Buco Bianco
08. Immondo
09. Freakout
10. Bell’s Hells
11. March Of The Freaks

LINE-UP
Stefania Pedretti – Voce Chitarra
Bruno Dorella – Batteria Synth

URL Facebook
https://it-it.facebook.com/OvO666/

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Madhouse – Secret antithesis

Terzo disco per i Madhouse capitanati dalla cantante cantante Federica Tringali e dal chitarrista Filippo Anfossi, il titolo è ” Secret antithesis” ed esce per Nadir Music. La proposta musicale dei Madhouse è un metal moderno e fresco, con rimandi gotici in alcuni passaggi.

Mudhoney, ad aprile il nuovo album. Condiviso il primo singolo

Dopo un silenzio discografico durato quattro anni (escludendo split singles e la ristampa espansa del 2021 per il trentennale di “Every good boy deserves fudge”, infatti, risale al 2019 l’ultima pubblicazione di materiale ufficiale, l’Ep “Morning in America”) tornano i Mudhoney

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.