Human Colonies – “Midnight Screamer”

Human Colonies - “Midnight Screamer" 1 - fanzine

Dopo l’Ep “Big Domino Vortex”, la band degli Human Colonies pubblica per la Miacameretta/Lady Sometimes il primo lavoro ufficiale dal titolo “Midnight Screamer”.

Il trio dislocato tra Firenze e Bologna si forma nel 2013 e propone un genere che spazia dallo shoegaze fino ad un Indie di stampo statunitense senza rinunciare a sonorità più sporche.

Un album nel complesso, ben costruito, strutturato con metriche decisamente irregolari e che fanno di questo cd un prodotto davvero interessante. Gli spunti che vengono inseriti sulle dieci tracce fanno subito capire il buon spessore tecnico della band che riesce a sfornare brani, che potrebbero essere timidamente collocati anche tra le file di un genere psichedelico.

Synth curati ed inseriti in maniera sapiente sulla open track “Shiny Bones”, lasciano spazio a chitarre più ruvide e grintose che rendono tracce come “Jet”. Shaboo”, “Kerosene”, piacevolmente complesse e fuori dai classici canoni commerciali, andando così a incrementare ulteriormente il fattore originalità.
Una linea vocale che sembra quasi un lamento una sofferenza ma che riesce a dare un bel contributo alla causa, rende questo percorso ancora più corposo e dalle sonorità scure “Groovy Boy”, “Amnesia”.

Gli Human Colonies ci deliziano in fase di chiusura di una traccia, melodica, dal sound pulito che esula per suoni da tutto il resto del disco, ma che sottolinea ancora di più, la versatilità del trio che riesce a suonare tutto quello che gli passa per la testa.

A mio parere “Midnight Screamer”, è un album promosso a pieni voti, sicuramente di nicchia e riservato a tutti quelli che cercano novità e musica fresca.

ETICHETTA: MiaCameretta records/ Lady Sometimes Records

TRACKLIST

01. Shiny Bones
02. Midnight Screamer
03. Jet
04. Shaboo
05. Kerosene
06. Bubblegum
07. Groovy Boy
08. Amnesia
09. Hummingbird

LINE-UP
Giuseppe Mazzoni on vox and gtr
Sara Telesca on bass
Riccardo Cotti on drums

Avatar

Autore: Leandro Partenza

Leandro Partenza classe 1972 muove i suoi prmi passi come musicista batterista militando in diverse formazioni locali ed estere passando tre anni in Inghilterra (Londra) e specializzandosi in generi che spaziano dal rock al metal. Dopo anni concentrati dietro i tamburi decide di diventare anche compositore e pubblica il suo primo progetto solista elettro rock strumentale. La sua fame di musica è insaziabile così da continuare la sua attività come musicista/compositore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.