Egokid – Troppa Gente Su Questo Pianeta

Egokid – Troppa Gente Su Questo Pianeta

Un disco pop che, tra tormenti d'amore e lucide riflessioni sulla nostra società, dimostra un notevole spessore.

A tre anni dall’ottimo “Ecce Homo”, i milanesi Egokid (Diego Palazzo, Piergiorgio Pardo, Davide Debenedetti, Cristian Clemente, Fabrizio Bucchieri, Giacomo Carlone) ritornano con Troppa Gente Su Questo Pianeta, loro quinto lavoro (terzo in lingua italiana). I dieci brani presentati, tra pensieri d’amore e disillusione nei confronti del mondo attuale, trascinano e coinvolgono con il loro fresco animo pop.

Il Re Muore, scritta insieme a Samuele Bersani (e presente nel suo ultimo disco con arrangiamento differente), apre l’album inondando con ampie dosi di amarezza (con dentro qualcosa a la Arcade Fire), mentre La Madre, più leggera e distesa, accarezza con le sue melodie, prima di complicarsi nel ribollire ritmico di In Un’Altra Dimensione. Il Mio Orgoglio, mesta e ineluttabile, trafigge con i suoi ritornelli composti e avvolgenti, lasciando che a proseguire siano il crepuscolare accarezzare de L’Alieno (synth, chitarre e batteria leggera) e il più spigliato coinvolgere di Solo Io E Te. Il frizzante esplodere di Che Tempo Fa, invece, nonostante gli amori infranti, cerca di guardare al futuro con ottimismo, contrapponendosi al malessere di Frasi Fatte e alle atmosfere dance anni ’80 (dense di vuoto generazionale) di Non Balliamo Più. La Malattia, infine, incalzante ed ammiccante, chiude tra parole amarissime, ispirandosi liberamente a “La Coscienza Di Zeno”.

Gli Egokid ritornano nel migliore dei modi. Il loro nuovo Troppa Gente Su Questo Pianeta, tra echi anni ’60/’70, punti di contatto con i nostrani Baustelle e un’ottima capacità di mescolare melodia e raffinatezza, si guadagna fin da subito un posto nella classifica delle dieci migliori uscite di questo inizio 2014. Un disco pop che, tra tormenti d’amore e lucide riflessioni sulla nostra società, dimostra un notevole spessore. Da avere.

Tracklist:
01. Il re Muore
02. La Madre
03. In Un’Altra Dimensione
04. Il Mio Orgoglio
05. L’Alieno
06. Solo Io E Te
07. Che Tempo Fa
08. Frasi Fatte
09. Non Balliamo Più
10. La Malattia

Line-up:
Diego Palazzo
Piergiorgio Pardo
Davide Debenedetti
Cristian Clemente
Fabrizio Bucchieri
Giacomo Carlone

EGOKID – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

E’ morto Wilko Johnson

In questi ultimi sprazzi di 2022 siamo purtroppo costretti a registrare un’altra illustre dipartita nel mondo del rock ‘n’ roll. Ci ha lasciati infatti, il 21 novembre, anche Wilko Johnson, chitarrista, cantante e songwriter inglese noto per aver fondato la blues rock/r&b/pub rock band Dr.

Tre camerati di Erich Maria Remarque

Questo romanzo, pubblicato per la prima volta in Germania nel 1936, è scritto in prima persona dal punto di vista del personaggio principale, la cui visione disillusa sulla vita è dovuta alle terribili esperienze vissute nelle trincee sul fronte occidentale della Prima guerra mondiale; Tre camerati di Erich Maria Remarque, edito da Neri Pozza.