iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Znort! – 200 Bpm

Znort! - 200 Bpm: il nome di questo gruppo è un omaggio al fumetto Rnx Xerox di Tamburini e Liberatore, un must per gli appassionati di fu...

Znort! – 200 Bpm

il nome di questo gruppo è un omaggio al fumetto Rnx Xerox di Tamburini e Liberatore, un must per gli appassionati di fumetto, io l ’ho scoperto recentemente e ne vale la pena.Ma torniamo agli Znort!, nuovo progetto di Aldo Moriani e Giò Martinello, prima negli Ematoma. Si definiscono metalcore, a me ricordano molto i Biohazard,in più hanno il grande pregio di cantare in italiano, con buoni risultati. Si parte con Nebbia, buon pezzo, con chitarra distorta molto vicina a suoni metal, o quell’ hardcore che si avvicina al metal.. I testi sono interessanti, prendono molto dal mondo dei fumetti, parlando di un mondo apocalittico, che altro non è che quello attuale. La grande pecca è che tutti i pezzi sono praticamente uguali musicalmente, anche se, ripeto, i testi sono estremamente validi. Una menzione merita “Macerie”, gran pezzo, che non giura neanche al confronto con mostri sacri del genere. Pure “Firenze 1985” è un bella canzone, peccato che duri molto poco. “Maidominoi”comincia con un campionamento techno e poi giù col metalcore, e il testo. Insomma, una buona prova nel complesso, gli Znort! mi piacciono molto per i testi, meno per la musica, anche se si fanno sentire volentieri, e la seconda parte del cd è più originale della prima.

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.