iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Youarehere – Propaganda

L'elettronica italiana, anche e soprattutto grazie a dischi come questo, sta vivendo un momento inedito ed irripetibile che dobbiamo prolungare il più possibile e con esso il piacere questi dischi ci danno.

Youarehere – Propaganda

Quartetto romano di elettronics che debutta nel 2011 con “As When The Fall Leaves Trees” su 51 Beats, nove tracce che non lasciarono indifferenti sia i palati più fini che le teste elettroniche più festaiole.

Nell’aprile 2013 esce l’ep “Primavera” e la loro carriera decolla aprendo il concerto romano di Whomadewho, in Italia fanno da spalla a Porcelain Raft e 65daysofstatic, però è con questo Propaganda che il gruppo fa il colpaccio.
Il disco, nonostante che sia uscito da poco, è già molto importante per quella nuova onda dell’elettronica italiana con gruppi come Clap ! Clap e Go Dugong, che insieme ai YOUAREHERE potrete vedere al Riviera Summer Fest il 22 agosto 2015 insieme ai Clap ! Clap, appunto.
Ascoltando questo disco si può già capire cosa ci aspetterà sul molo di Varazze. Il quartetto romano fa un’elettronica che fa ballare, ma allo stesso tempo è di alta qualità.
Il loro suono fatto di glitch, riverberi, e di un basso molto ballabile ci porta in quello che dovrebbe essere il club ideale, cerebrale ma non troppo, divertente senza essere sguaiato.
Gli YOUAREHERE conoscono molto bene l’elettronica e ne propongono una versione molto valida, ed originale, inquadrando l’elettronica come una continua evoluzione, osservando molto bene il mondo contemporaneo, proiettandosi contemporaneamente verso il futuro.
In questo disco possiamo trovare il suprematismo artistico russo di Malevic che si sposa con il basso sul tappeto della pista da ballo, dando vita ad un’elettronica con una grande missione.
Propaganda è un disco che segna una nuova parte del viaggio dell’elettronica italiana, che ci invidiano all’estero e che dobbiamo cercare di viverlo in questo momento, ora.
L’elettronica italiana, anche e soprattutto grazie a dischi come questo, sta vivendo un momento inedito ed irripetibile che dobbiamo prolungare il più possibile e con esso il piacere questi dischi ci danno.

Tracklist:
1.Bulb
2.Gagarin
3.Lacuna
4.Incipit
5.Dynamo
6.Pulsar
7.Greather Things
8.White On White
9.You Were Born Before Years
10.Propaganda
11.Shojna

Line-up:
Andrea Di Carlo
Claudio Del Proposto
Patrizio Piastra
Francesco Stefanini

YOUAREHERE – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Def Leppard Pyromania

Def Leppard Pyromania: ascoltandolo si capisce in maniera molto netta ed importante la grandezza di questo gruppo

Priest – Blue Nine

Quarto disco per l’entità musicale svedese Priest, si chiama ” Blue nine” ed esce per la loro etichetta Blue Nine anch’essa.