Wild Zeros/Proto Idiot 7” split

Navigazione messaggio Messaggio 25 di 367 Precedente Successivo change-formatchange-format Oggetto: Recensione split Wild Zeros/Proto Idiot

Pubblicato il

Scritto da

Navigazione messaggio Messaggio 25 di 367 Precedente Successivo change-formatchange-format Oggetto: Recensione split Wild Zeros/Proto IdiotCome iniziare una serie vinilica ideata appositamente per i selezionatori?

A questa domanda io non saprei dare una risposta. La Permanent FREAK, invece, ha le idee molto chiare. Garage punk esplosivo… per far saltare le nostre scarpe da ballo (come rappresentato nella bellissima copertina).

Per la realizzazione di questo split la giovane etichetta non poteva scegliere due band più appropriate: Wild Zeros (La Rochelle // Bordeaux // 2007) e Proto Idiot (dim-witted from Manchester). Se, purtroppo, non ho ancora avuto il piacere di vedere i primi dal vivo, i secondi sono delle furie sul palco.

Due brani per lato compongono questo 7”. Aprono le danze i Wild Zeros con Don’t Want It, Still Get It, brano capace di scaldare il dancefloor anche nelle serate più spente… comunque ci sarà da divertirsi. La seconda First Floor Freak è pura energia che viene sparata dalle casse.

Dopo che il primo lato ha fatto prendere fuoco alle nostre scarpe i Proto Idiot le fanno esplodere con Tell Me What You Want… se qualcuno si avvicinasse a voi chiedendovi un pezzo, voi potreste di tutta risposta ignorarli e mettere questo. Poi volendo chiudere in bellezza, verso le 4 o le 5 del mattino, potreste azzardare con New Ways of Seeing, più lenta ma con un dialogato veloce molto coinvolgente, sostenuto da un bel riff di chitarra.

Mentre lo ascoltavo mi sono venuti in mente i Cynics, mentre salto a destra e a sinistra, e mi sono ripromesso di non smettere mai. Voi fate altrettanto… domani non è poì lontano.

Label: Permanent FREAK

Tracklist:
A1) Don’t Want it, Still Get It
A2) First Floor Freak
B1) Tell Me What You Want
B2) New Ways of Seeing

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.