iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Tusen år Under Jord – Sorgsendömet Fobos

In questo disco vi sono antiche melodie, sinfonie di cavalieri e di morte passata, lontani prati incastonati fra inferno e paradiso.

Tusen år Under Jord – Sorgsendömet Fobos

Ci sono musiche che non possono essere definite, evoluzioni sonore e non, prosa e poesia che si trasformano in frequenze senza ritornello, senza strofe a cui rendere conto e che sono un ascolto che fa la nostra anima attraverso i nostri padiglioni auricolari.

E’ questo il caso di Sorgsendömet Fobos degli svedesi Tusen år under jord. Qui tutto è ancora analogico, ed è l’allucinazione di un uomo svedese che negli anni quaranta o cinquanta del millennio passato si era forse addormentato mentre ascoltava musica sinfonica alla radio. In questo disco vi sono antiche melodie, sinfonie di cavalieri e di morte passata, lontani prati incastonati fra inferno e paradiso. Praticamente è una canzone unica suddivisa in sei tracce, un’orchestra cosmica che suona durante una battaglia in una piana scandinava, con gli eserciti composti da ricordi e spettri, una dolcissima deriva verso un’antichità, o meglio un senso antico, definitivamente sepolto da un’inutile modernità. Originariamente uscito in cento cassette per Hiboskofon, viene ora meritoriamente ristampato dalla Trollmusic, poiché merita davvero molta attenzione.

TRACKLIST
1. Sorgsendömet Fobos Pt. 1
2. Sorgsendömet Fobos Pt. 2
3. Sorgsendömet Fobos Pt. 3
4. Sorgsendömet Fobos Pt. 4
5. Sorgsendömet Fobos Pt. 5
6. Sorgsendömet Fobos Pt. 6 (bonus track)

LINE-UP
Daniel – Everything –

https://www.youtube.com/watch?v=qB45TjLLt9g

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Tarantola

Intervista con Mauro Locandia fondatore dei Tarantola, reggae in combination Londra e Salento, con il singolo “Original terron” scirtto e prodotto a quattro mani con Sabaman.

Tiziano Popoli – Selinute

Lavoro notevole, un blues enorme e totale, un viaggio su asfalto, sangue e polvere. Trasposizione sonora della performance video, musicale e in danza firmata da Tiziano Popoli per la musica e per il resto dal pittore e disegnatore fetish Roberto Baldazzini andata in scena nell’ottobre