THE BEAST OF BOURBON – SOUR MASH (LP-1988)


Recensione

Questo è 1 capolavoro x gli amanti del blues + malato,+ alcolizzato e marcio,punk nel vero senso del termine.

Questo è 1 capolavoro x gli amanti del blues + malato,+ alcolizzato e marcio,punk nel vero senso del termine.

i BEASTS OF BOURBON si formano nell’83 in Australia,tutti i membri provengono da altre bands,tra le quali SALAMANDER JIM,THE JOHNNYS,THE SURREALISTS,THE BUTCHER SHOP,THE DUBROVNIKS,THE SCIENTISTS,HOODOO GURUS… Il primo album “THE AXEMAN’S JAZZ” è già 1 splendido disco,ma risente 1 po’troppo l’influenza dei CRAMPS (queste sono sempre e solo opinioni personali)mentre la seconda uscita,”SOUR MASH”(brutti etilici zozzi!)sembra cantato dal demonio reincarnato in SCREAMIN’JAY HAWKINS o CAPT. BEEFHEART ed i suoni sono molto + personali.

Basta ascoltare il brano d’apertura,”HARD WORKIN’MAN”(dove la base ritmica sembra sostenuta da martelli pneumatici),x immergersi nell’atmosfera di putridume paludoso ke i B.of B.reggono dal primo all’ultimo solco. “HARD FOR YOU” si muove sullo stesso stile,mentre”WATCH YR STEP”è 1 blues 1 po’+ rilassato,ma con un’armonica nera come la pece.”PLAYGROUND”e”DOOR TO YOUR SOUL”sono + nello stile di KIM SALMON(fondatore di SURREALISTS e SCIENTISTS),qui kitarrista insieme a SPENCER JONES.”THESE ARE THE GOOD OLD DAYS”riprende il discorso del blues marcione(quello ke amo tanto),kiude il lato A “THE HATE INSIDE”,una country ballad accompagnata da una slide ke farebbe commuovere pure DONALD cuoredipietra TRUMP.

Side B:”PIG”è 1altro bluesazzo intriso di violenza condito di sax disturbato;il sax maledetto accompagna anke il blues stralunato di”DRIVER MAN”,con una riconoscibile kitarra SALMONiana ke gioca con le dissonanze.”TODAY I STARTED…”è 1altro country strappalacrime,”THIS OL’SHIT”delta-blues strutturato su un’armonica sempre cchiù ‘nnìura…

Kiude lo strumentale”SUN GODS”,country con echi di cannonate all’orizzonte.cosa mi resta da fare?Accendo un’altra sigaretta,apro un’altra bottiglia e rimetto il disco daccapo.

11 Condivisioni

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.