Solar Mantra – Away

solar mantra

Solar Mantra – Away

Debutto su Argonauta Records per i romani Solar Mantra, gruppo che eleva bordate stoner verso il cielo. Il disco mantiene la promessa insita nel nome del gruppo, e il loro suono è qualcosa di solare e terrestre allo stesso tempo, ricercato e trovato con impegno nelle pieghe della musica pesante.
Quello che li differenzia dagli altri gruppi a loro vicini stilisticamente è il loro groove imponente e con grande melodia, che parte dallo stoner per passare attraverso il desert e un certo grunge per arrivare ad un risultato che non lascia altra soluzione che continuare ad ascoltare il loro debutto. Away non è solo un grido escapista ma è una soluzione spirituale per poter vivere questi tempi difficili, guardare in alto e cercare un qualcosa di superiore in ciò che ci circonda. Il quartetto romano non dimentica però le cose terrestri, come testimoniato dalla bellissima Pacciani, seconda traccia del disco, che rende molto bene l’idea di un gruppo affatto comune.
I Solar Mantra sono in giro dal 2017 e si sente molto bene nel loro suono che hanno diverse provenienze musicali e molte idee che si fondono molto bene assieme. E’ abbastanza raro trovare un disco che suoni così melodioso e al contempo con un groove tosto e capace di tenere incollati allo stereo.
Ci sono alcuni ritornelli, come quello di Candyman, che colpiscono per bellezza e durata nel nostro cervello. Un debutto molto molto valido che li proietta direttamente nel novero dei migliori gruppi italiani di stoner e non solo.
Da segnalare anche l’incredibile copertina di Eli Quinn, una delle migliori viste negli ultimi tempi.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.