Sator – Sator

Sator – Sator

I Sator sono senza ombra di dubbio uno dei migliori gruppi in circolazione in ambito sludge stoner psycho.

Provenienti da quel di Genova, i nostri sono tutti musicisti con importanti esperienze alle spalle.
Ad esempio il chitarrista Mauro è stato nei Kafka, nei Downright, nei troppo sottovalutati Stalker ed ora milita anche nei Losers Parade; Valerio e Michleangelo hanno suonato nei Larsen e condividono ancora l’esperienza dei Majak.
Il loro suono è un lento e davvero possente sludge che diventa subito tante cose, miscelandosi con un’attitudine hardcore e un retrogusto molto psichedelico, specialmente nelle code delle canzoni.
Dal vivo questa estate al “Genova Urla 2014”m a mio modesto avviso, hanno annichilito gli headliners Belzebong con un set davvero al di sopra della media.
Nei Sator possiamo trovare tutti i crismi classici del genere, eppure in un ambito dove l’omogeneità è alta, loro riescono a trovare un timbro personale scrivendo canzoni davvero eccellenti.
Ogni pezzo di questa cassetta è un viaggio dentro una sensazione differente, con il fascino dei Neurosis e la potenza dello sludge, dove la musica catalizza l’attenzione dell’ascoltatore, come succede solo per i migliori.
Questi ragazzi hanno davvero qualcosa in più rispetto agli altri e lo dimostrano ogni volta che li si vede dal vivo o quando si schiaccia play.
Ci si perde in questo Sator, si gode dei Sator e si diventa dipendenti da questa cassetta: la conferma che quando tre musicisti si trovano e si capiscono può succedere di tutto.
Una cassetta davvero eccezionale che ora esce autoprodotta, mentre ad aprile uscirà il 10” per Taxi Driver.

Tracklist:
1. R. Sparrow Is Coming Back
2. Pneumonia
3. Last Breath
4. Black Karma
5. Erased

Line – Up
Mauro – Chitarra
Drugo – Batteria
Valy – Basso e Voce

SATOR – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati

Tropical Fuck Storm - Submersive Behaviour_cover

Tropical Fuck Storm – Submersive Behaviour

È qui e richiede attenzione, perché i Tropical Fuck Storm hanno dimostrato più volte di saper far bene, di saper maneggiare il rock (alternativo, indie, noise, quello che volete) meglio di tanti altri – ma direi di quasi tutti.

Luca Ottonelli

Luca Ottonelli. E’ nato a Genova nel 1969 e ho completato i primi studi artistici avendo come maestro di Figura G. Fasce.