Puglia – Jonhathan Richman’s Smile

Puglia – Jonhathan Richman’s Smile

“Scrivine male piuttosto ma scrivine, voglio che tu sia sincero”.

Con queste parole mi è stato consegnato questo cd da quel Marco Puglisi che per me è qualcosa di più di un amico. Ma porca troia Puglia come pensi che possa parlare male di te? Tu che hai un gusto musicale spaventoso e che con la tua chitarra vieni apposta da Imperia per suonare al mio compleanno e mi omaggi con un set da paura che comincia con I wanna destroy you?

Visto che la musica è fatta di emozioni ti dirò cosa mi evoca questo tuo album: sono nei pressi dei Camalli mano nella mano con la persona che amo guardo verso il porto e vedo le barche; è sera ed è inverno, il buio è incombente e le ultime luci del giorno tratteggiano quello che sto guardando e dentro di me c’è un sentimento di gioia ma anche di malinconia che mi inumidisce gli occhi, non conosco il perché di questa sensazione ma so che non la proverò più e quasi piango. A volte i dischi fanno anche piangere e tutto questo può anche essere liberatorio come mi accade ora ascoltando i tuoi pezzi che sanno di Julian Cope e di Robyn Hitchcock ma che sono personali e sentiti, e poi fratellino (magari potresti essere mio figlio) che cazzo di voce ti ha dato il signore?

Parlare dei brani visto cosa mi evocano le tue canzoni a questo punto può quasi apparire superfluo e quindi ti dirò che JR’s Dream, Don’t Deny Her e The Painting Dryer sono splendide, che la grinta melodica e nervosa di Pastoral ammalia, mentre gli altri pezzi sono “soltanto” bellissimi.

Sono certo che Johnathan Richman sorriderebbe compiaciuto sentendo questo album fiero che un poco più che ventenne pensi di dedicare il suo disco ad un personaggio così peculiare come l’ex leader dei Modern Lovers. Non ti nascondo che non vedo l’ora di sentire questi pezzi eseguiti dal vivo e saranno certamente brividi ed emozioni.

Lo so questa recensione non risulterà per un cazzo obbiettiva e potrà essere criticabile per il taglio troppo personale che gli ho dato ma in fondo dove sta il problema quando si parla di amicizia e di sensazioni?

TRACKLIST
1) Trash Tv,
2) JR’s Dream,
3) Elevator,
4) Tame Your Eyes,
5) Don’t Deny Her,
6) The Painting Dryer,
7) Pastoral,
8) Alabaster

LINE-UP
Puglia, Genduso

 

Il Santo
Il Santo
[email protected]

Il Santo alias Luca ovvero il secondo (o il primo,fate voi) urlatore alla sbarra,a proposito tutti sul podcast ad ascoltarci.Il sopranome l'ho adottato non per motivi religiosi, ma ispirandomi al miticopersonaggio interpretato da Roger Moore nello splendido telefilm Simon Templar.MI piace ascoltare musica,leggere,il gioco del calcio,pensare con la mia testa.Mi piace il sublime e il terribile, il rock'n'roll piu' semplice ma anche un sacco di altre cose. Mi piacciono le persone che non si fanno di inutili menate per questo mi piacciono Simone e Loriana e per questo scrivo e sostengo In your eyes.

1 Comment
  • revjungle
    Posted at 16:55h, 02 Gennaio Rispondi

    grande puglia!!!

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.