iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : La Fine Di Settembre – La Fine Di Settembre

Il suono è un'intelligente mistura tra grunge, rock anni novanta e un pizzico di stoner, con un bel cantato in italiano, vigoroso e chiaro.

La Fine Di Settembre – La Fine Di Settembre

La Fine di Settembre di solito è la coda morente del periodo estivo dove tutto è considerato più bello, ma in realtà corrisponde al ritorno dell’autunno, quindi della tristezza.

La Fine di Settembre è anche un momento dove la luce fa risaltare maggiormente le cose, le vite e i sogni, dove l’aria diventa più umana e si può pensare con più calma.
Tutto ciò è nell’ Ep d’esordio di questo gruppo savonese, nato ad inizio 2013 dall’incontro tra i fratelli Grosso e il batterista Nicolas Gargini. I tre suonavano già assieme nei Reservoir Dogs, ma hanno voluto cominciare una nuova avventura.
Il suono è un’intelligente mistura tra grunge, rock anni novanta, e un pizzico di stoner, con un bel cantato in italiano, vigoroso e chiaro.
Questo Ep porta naturalmente all’introspezione, alla ricerca, ed è concepito da un gruppo che è sì all’esordio, ma che è già maturo e consapevole, anche se sono possibili ulteriori miglioramenti.
Azzeccata anche la scelta di pubblicare cinque brani, poiché si imprimono molto bene nella memoria e spiccano tutti.
In buona sostanza il suono è ottimo e potente, e la voce risalta molto.
Un altro valido gruppo che proviene da Savona, e un altro gran disco prodotto al Green Fog da Mattia Cominotto, che non ne sbaglia una.

Tracklist:
1. Il mio eco
2. Il cammino di un illuso
3. Polvere
4. Il dialogo
5. Inafferrabile

Line-up:
Fabio Grosso – basso, voce.
Andrea Grosso – chitarra, cori.
Nicolas Gargini – batteria

LA FINE DI SETTEMBRE – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.