me for rent-no fancy style

Pubblicato il

Scritto da

(Ammonia Records 2008). Adesso io ed il mio migliore amico pod andremo a farci un giro in macchina con la colonna sonora dei nostri. Sulla tangenziale il play sembra volermi dare altre indicazioni rispetto a quelle che la segnaletica mi impone. Guardo il limite di 80 km/h ma l’ho già raddoppiato da un pezzo. “Possibili code” mi indicano tante macchinine raccolte in una s sinuosa ma…mi manca l’immagine dello schianto, per cui mi fiondo verso quella curva senza pensare al fatto che spesso si sopravvalutano le proprie facoltà reattive. Ah, a proposito, non fatelo voi a casa!

L’esaltazione è assoluta. Quasi ebete. Di mezzo c’è il punk&roll dei Me For Rent. Roba da perdere il fiato. Cosa fare. Rientrare assolutamente. Devo cambiarmi la maglia. È fradicia di sudore.
In principio era il punk. Borchie, creste e tre accordi sgangherati su arie facilmente orecchiabili. Poi, sempre borchie, creste e qualche accordo in più su aree sempre più orecchiabili. E’ l’hardcore. Nel frattempo i musicisti dalla testa a gallo avevano imparato a suonare bene i propri strumenti. Catalogare i Me For Rent “solo” punk sarebbe sicuramente foriero di errori malsani. Si perché nel punk-rock vi sono raramente assoli o vocalizzazioni così da brivido. C’è invece molto rock&roll, quello si! Diamine se c’è n’è. E quanto è piacevole!
Se dio Iggy avesse pensato anche solo per un attimo che dalla sua idea di rivoluzionare il rock classico ne sarebbe venuta fuori roba come i Me For Rent, beh penso proprio che continuerebbe a fumigarsi con l’incenso (ammesso che non lo stia già facendo!)
Si, si ripeto alla mia vocina, certo i Nofx. Lo so. Ma ascolta meglio. Il punkhc dei miei musicisti in affitto ha tante altre sfaccettature. Perché no, Pennywise, Good Riddance, Lagwagon, piuttosto che Bad Religion e Ramones. A me per esempio vengono in mente ora i Pixies più sfrenati ed un attimo dopo i Corrosion of Conformity di Wiseblood.
Si, Tutti. Tutti è nessuno. Tutti vuol dire aver centrato il bersaglio. Appartenere con bonus ad una scena in cui il diritto a dire qualcosa di nuovo è appunto di diritto. Sugli strumenti. Che bravi che sono i Me For Rent, e quanto è bello questo No Fancy Style, consacrazione, basta questo!
Però, non sono venuto poi così male a dimenarmi con le mani in aria sulla foto dell’autovelox.

Recensione di Massimo Argo:

ME FOR RENT : “NO FANCY STYLE” ( Nerdsound 2008) :

rock’n’roll con tendenze punk, con un gran bel tiro. Le sonorità si avvicinano a quelle degli Hives, solo che sono molto più divertenti delle ultime cose degli svedesi, che sarebbero inarrivabili se non fossero dei grandissimi paraculo. Ma torniamo ai Me For Rent, mixati da un certo Jack Endino, uomo che invidio molto per essere stato dietro alla consolle di gruppetti come Nirvana, Mudhoney e tanti altri. L’album è prodotto da Americo Roma, ed è una bella botta davvero. Già conosciuti gli infuocati concerti all’Idroscalo di Milano per Rock in Idro, hanno avuto il video della loro cover die Misfits (sempre e comunque SOLO loro!!!) “Hybrid Moments” in rotazione su Mtv e altre tv. Il nuovo cd è notevole, stacchi possenti e r’n’r come se piovesse, mancava un qualcosa di anfetaminico nel panorama italico, e questa band di Ceccano vi farà premere più e più volte il tasto repeat, solo per citarne una, “This is rock’n’roll”, dove i ragazzi gridano “…rock’n’roll ‘till i die…”, beh di questi tempi è bello davvero. Come bello è sentire un pezzaccio come “Let sleeping dogs lie”, Da avere subito.

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.