Maleducazione Alcolica – Peccati E Sogni

Dalla Tuscia ritmi in levare e schitarrate.

Maleducazione Alcolica – Peccati E Sogni

Dalla Tuscia ska reggae con furore.
I Maleducazione Alcolica sono un nome già noto agli appassionati del genere, grazie ai loro concerti con Banda Bassotti, Talco, Statuto e tanti altri.

Il loro sound è un ska reggae rocksteady molto ben fatto e vitaminico, con un certo talento e non ascoltavo un disco ska così bello da molto tempo.
I Maleducazione Alcolica sono nati nel 2010, ma hanno già raggiunto una certa maturità musicale, e hanno un impronta che si riconosce fin da subito.
Le liriche sono combat, ma hanno una profondità molto interessante; nel disco c’è anche la comparsa del mitico Sandokan, trombettista di Banda Bassotti e tanti altri.
Quattordici pezzi tutti molto interessanti, ben bilanciati e carichi di rabbia ed insana follia, come dovrebbe essere un disco di ska; tutte le canzoni vi faranno ballare e skankeggiare, risultato assicurato.

Tracklist:
1.Intro
2.Mira presa
3.Teppisti
4.Corrispettivi
5.Salta in aria
6.Peccati e sogni
7.Siamo liberi
8.Terra madre
9.La mia lei
10.Vogliamo bevere
11.Sere d’inverno
12.Johnny lo sghembo
13.Litri di rabbia
14.Tuscia ska

Line-up:
Marco Piccioni – Voce, Sax
Federico Telesca – Guitar
Gabriele Segattini – Tastiere, Voce
Ludovico Brizzi – Basso
Simone Sburof Bonifazzi – Batteria
Michele Ceriola – Trombone
Leonardo Zallocco – Tromba
Matteo Mecocci – Tromba
Alessandro Nando Sagretti – Sax

MALEDUCAZIONE ALCOLICA – pagina Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Alberica Sveva Simeone – The wormcave

Primo romanzo della scrittrice romana Alberica Sveva Simeone per le edizioni Plutonia Publications dello scrittore e ottimo divulgatore del fantastico con il suo podcast Plutonia Publications.

“Riflessioni sulla pena di morte” di Albert Camus, edito da SE

Riflessioni sulla pena di morte di Albert Camus

“Réflexions sur la guillotine” è un saggio del ’57 di Camus che appare prima sulla “Nouvelle Revue Francaise” e poi nel libro “Réflexions sur la peine capitale”

Alexander Gonzalez Delgado

Gonzalez Delgado (o più semplicemente Sasha), nonostante l’avversione di Zuckerberg per il corpo nudo e i capezzoli femminili in primis.