Magnet Animals – Butterfly Killer

Magnet Animals – Butterfly Killer

Forse manca ancora la capacità di sviluppare al meglio ogni singola ispirazione, ma per essere il punto di partenza, ci troviamo già ad alti livelli qualitativi

Todd Clouser, musicista statunitense trapiantato in Messico, riuniti attorno a sé Eyal Maoz, Shanir Ezra Blumenkranz e Jorge Servin, pubblica per la raffinata Rare Noise Records i dieci brani di Butterfly Killer. Il lavoro, imbevuto di rock, psichedelia e velate influenze hard rock, scalda con la sua elaborata struttura musicale e il suo piglio leggermente allucinogeno.

Headphone Girls, partendo pacifica e concludendo con vividi dialoghi fra basso e chitarra, introduce l’assolata pacatezza della lineare e vagamente blues Atayde, mentre lo spirito determinato ed energico di Martha Fever, tra voce svogliata, ghirigori di basso ed ampie dosi di elettricità, tiene sull’attenti per tutta la sua durata.
L’intreccio sonoro di Baby Gods, combinando momenti compatti e lineari ad altri ben più aggrovigliati, lascia che a seguire siano lo spensierato disgregarsi e ricomporsi di Butterfly Killer e il galleggiare avvolgente di I Give Up And Love Somebody (l’impressione è quella di sonnecchiare tranquilli in mezzo al deserto).
State Of My Face, invece, ingabbiando il suono della chitarra tra le nere note del basso, apre all’introverso viaggio sonoro, minimale e ipnotico di Bill Borroughs.
Il groviglio selvaggio di Little John The Liar, infine, da spazio al nervoso e spigliato chiudere dell’accattivante e furbetta Igual, Pero Peor.

Con questo primo album i Magnet Animals dimostrano di avere tecnica e idee da vendere. Il sound proposto, infatti, forte di una solida sezione ritmica (il basso è sempre in primo piano) e di creative idee di chitarra, tiene alta l’attenzione per tutta la durata del lavoro. Forse manca ancora la capacità di sviluppare al meglio ogni singola ispirazione, ma per essere il punto di partenza, ci troviamo già ad alti livelli qualitativi. Un ottimo esordio.

TRACKLIST
01. Headphone Girls
02. Atayde
03. Martha Fever
04. Baby Gods
05. Butterfly Killer
06. I Give Up And Love Somebody
07. State Of My Face
08. Bill Borroughs
09. Little John The Liar
10. Igual, Pero Peor

LINE-UP
Todd Clouser
Eyal Maoz
Shanir Ezra Blumenkranz
Jorge Servin

MAGNET ANIMALS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.