iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Luca Buoninfante Anacleto Vitolo – Host 01

Nel suo complesso Host 01 è un'opera cyborg molto nuda e cruda, un'avventura nelle montagne delle nostre follie, ed è un qualcosa che lascia davvero un segno di sangue rappreso.

Luca Buoninfante Anacleto Vitolo – Host 01

Mettere in musica certe dissonanze, rumori, paranoie, e demoni che abbiamo in testa, è possibile solo con l’improvvisazione.

La classica forma canzone non è abbastanza didascalica per certi flussi di coscienza, bisogna andare a cercare vibrazioni fisiche diverse, che possano compenetrare bunker atomici costruiti dalla nostra ipofisi. Questo è in minima parte la descrizione di questa uscita unicamente digitale, che raccoglie l’improvvisazione congiunta di due compositori elettronici e molto altro, Luca Buoninfante e Anacleto Vitolo, ritrovatosi nell’unico luogo possibile per questa musica : una cantina. I due hanno alle spalle molte esperienze nei più disparati campi musicali, e qui convergono per fare un lavoro molto difficile, improvvisare il rumore, miscelare inquietudini che ci appartengono, e che attraversano la nostra testa e i nostri corpi quotidianamente.

Riverberi, interferenze e fuzz ci portano in quella che potrebbe benissimo essere la colonna sonora di Silent Hill, o la potente resa sonora di un’esplorazione di un manicomio forse abbandonato. Il lavoro è progressivo, nel senso che dilatandosi si va ad adagiare su di una narrazione senza ritorno sui suoi passi, si va solo avanti, indietro c’è la morte, avanti anche, l’unica importanza e salvezza vitale è il punto in cui siamo, il prossimo potrebbe essere l’ultimo. Ognuno grazie a questo lavoro deve immaginare nella propria mente qualcosa di diverso, è una catarsi, un qualcosa che obbliga a pensare. Non è certamente un lavoro per la massa o per tutti, ma solo per chi ha voglia di avventurarsi con mezzi muovi in vecchi incubi.

Nel suo complesso Host 01 è un’opera cyborg molto nuda e cruda, un’avventura nelle montagne delle nostre follie, ed è un qualcosa che lascia davvero un segno di sangue rappreso.

Calatevi senza fune nella cantina.

ETICHETTA
Last Drop Records

TRACKLIST
01. Vitolo \ Buoninfante – Live At The Basement –

URL Facebook
https://www.facebook.com/lastdroprecords/

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.