iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Koloss – Empower The Monster

Mentre l'abisso si avvicina, noi possiamo gustare il vento dell'ineluttabile fine, il lento e letale incedere del nostro mostro personale.

Koloss – Empower The Monster

Nati alla fine dell’estate del 2007 a Vetlanda, nel sud della prolifica Svezia, i Koloss hanno visto la luce sotto gli auspici dei Tool (tutte le cose in cielo ed in terra hanno un legame con questa entità), degli Isis e ovviamente dei Neurosis.
Nel 2011 esce sul loro bandcamp “End Of The Chayot”, un disco interamente suonato, prodotto, registrato, masterizzato e pubblicato dal gruppo, in free download. Nel debutto vi è in nuce ciò che è Empower The Monster, ovvero un disco titanico e allo stesso tempo sludge e post metal in molti passaggi.
Il suono dei Koloss è figlio dei gruppi menzionati sopra, ma poi prende una via molto personale.
La tensione musicale cresce e si dilata, proprio come una creatura mostruosa che riceve energia, e ne rimaniamo allo stesso tempo affascinati ed impauriti.
I Koloss riescono a tenere l’ascoltatore incollato allo stereo, ad aspettare il prossimo passaggio, la virata in mezzo ad un mare in tempesta. Mentre l’abisso si avvicina, noi possiamo gustare il vento dell’ineluttabile fine, il lento e letale incedere del nostro mostro personale.
Questo disco è consigliato per tutti gli amanti di certe sonorità, di un certo modo di rendere le emozioni. Il disco è stato, come il precedente, interamente curato dal gruppo ed è stato stampato in vinile in un’edizione limitata di 250 copie dalla genovese Argonauta Records, a cui va l’indiscutibile merito di averci fatto conoscere questa bestia.

Tracklist:
1. From The Sea (The Birth Of A Monster)
2. Cleanse
3. Beyond The Horizon
4. Building Arks

Line-up
Oscar Siggeström : batteria
Alexander Johansson : chitarra
Henrik Hedberg : basso, voce
Cristoffer Pinaitis Karlsson : chitarra, voce

KOLOSS – Facebook

www.argonautarecords.com

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Tarantola

Intervista con Mauro Locandia fondatore dei Tarantola, reggae in combination Londra e Salento, con il singolo “Original terron” scirtto e prodotto a quattro mani con Sabaman.

Tiziano Popoli – Selinute

Lavoro notevole, un blues enorme e totale, un viaggio su asfalto, sangue e polvere. Trasposizione sonora della performance video, musicale e in danza firmata da Tiziano Popoli per la musica e per il resto dal pittore e disegnatore fetish Roberto Baldazzini andata in scena nell’ottobre

Dark Oath – Ages of men

I Dark Oath sono un gruppo portoghese di death metal sinfonico con voce femminile e “Dark ages” è il loro secondo disco, dopo il debutto intitolato “When Fire Engulfs the Earth”.