iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : J – One – Carnediem

Ascoltando Carnediem si ha la netta sensazione di trovarci di fronte a un prodotto al di sopra della media, con il rap di J -One che lascia qualcosa, a differenza di altri.

J – One – Carnediem

Nell’agitato mare del rap nostrano arriva questo secondo disco della Non Quadra Label: dopo i Dirty Lab, ecco J-One da Potenza.

J-One aveva già pubblicato due dischi con la benemerita Kick Off Recordz, “ Codice a Barre” e “Gattaca”, mostrando già il suo valore e la sua bravura.
Mc e beat maker, ha sempre curato le sue produzioni fondando il collettivo Area 51 Blend che ha firmato i beats dei suoi dischi precedenti.
E la cura di ogni dettaglio dei suoi dischi fa sicuramente la differenza, come si può ascoltare in questo Carnediem, dove il flow è potente e sicuro e i beats sono ben curati ed originali.
Nel panorama odierno del rap italiano, uno come J-One dovrebbe vendere molte copie perché lo merita e perché il suo prodotto è buono ma, purtroppo, i ragazzini vengono sviati dai prodotti major che hanno invaso e saturato il mercato.
Ascoltando Carnediem si ha la netta sensazione di trovarci di fronte a un prodotto al di sopra della media, con il rap di J -One che lascia qualcosa, a differenza di altri.
Un’altra ottima uscita per la Non Quadra Label, che conferma di avere molta cura per i suoi protetti.

Tracklist:
1. Strangers
2. Pioggia Pesante
3. Mayday
4. Carnediem
5. A Pezzi
6. L’Impiccato
7. Ruggine
8. @2
9. Ti Piacerebbe
10. Pherite
11. D’Assolo
12. Rotta

J-ONE – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.