Curses – Chapter Ii Boom

Curses – Chapter Ii Boom : Dieci pezzi pieni e potenti per un insieme che conferma la Sharptone Records come uno dei migliori luoghi del metalcore attuale.

Aftermoon – Phase One

Una raccolta di brani che spazia tra irruenza metal, qualche accenno all’alternative rock e tanta elettronica perfettamente inserita nella struttura di un sound che traccia una sottile linea tra il dark pop ed il metal.

Know Your Nemesis – Break The Chains

Break The Chains è sicuramente un’ottima partenza per la band scandinava, una realtà da tenere d’occhio in un prossimo futuro

Words That Burn – Regret is for the Dead

Cambi di umori improvvisi, muri di suoni estremi che vengono spazzati via da ariose parti di intense melodie, dove l’elettronica fa da spartiacque tra il rock ed il mood sintetico, mantenendo però il suono caldo e molto coinvolgente.

Craigh – Of Dreams And Wishes

Of Dreams And Wishes esplora un po’ tutte le atmosfere racchiuse nel metal più cool, dal metalcore al nu metal, fino all’alternative, con buona padronanza degli strumenti ed un ottimo talento melodico.

Khynn – Supersymmetry

Drammatica e rabbiosa, l’aria che si respira tra le tracce di Supersymmetry soffoca, spessa coltre di suoni violenti, sintetici e pregni di groove così da creare una colonna sonora di ribellione metallica

Cydia – Victims Of System

Questo lavoro è un buon motivo per uscire dai canoni del death classico ed avvicinarsi a sonorità più moderne ma lontane dal deathcore attualmente di moda.

Signs Preyer – Mammoth Disorder

Un bel southern metal duro e marcio. A chi piacciono le marce della morte in un deserto e che si concludono in un bar al confine col Messico, a chi il metal piace southern, questo è il disco per voi. In Italia negli ultimi anni tra Southern Drinkstruction, Carcharodon, Black Elephant ed altri gruppi come … Leggi tutto “Signs Preyer – Mammoth Disorder”

Secret Rule – Transposed Emotions

Il sound come detto risulta elegante, le canzoni si alternano lasciando che la voce racconti la storia con trasporto, tra momenti più in linea con il metal ed altri dove ottime soluzioni acustiche, intrecci elettronici e accenni al symphonic rendono l’ascolto sempre vario ed interessante.

Phlegmatic Table – Waiting For The Wolf

I bielorussi Phlegmatic Table sono autori di un moderno thrash colmo di digressioni industrial e groove: se questo è un assaggio di un prossimo full length ne vedremo e sentiremo delle belle,

My Last Solace – Echoes Follower

Se siete amanti del metal moderno date un ascolto a “Echoes Follower” dei bielorussi My Last Solace.

Corrosion – Corrosion

Il gruppo della Florida si candida come una delle maggiori sorprese di questo anno metallico.