The Acacia Strain – Slow Decay

The Acacia Strain – Slow Decay: Il disco è venuto fuori in maniera molto spontanea e lo si sente, cresciuto nella consapevolezza che tutto ciò che succede è allo stesso tempo reale ed irreale.

7th Abyss – Unvoiced

Death, thrash, core e melodia, un mix azzeccato ed alquanto esplosivo

Bioscrape – Psychologram

Se amate i suoni metallici moderni e le sonorità core non perdetevi questo lavoro, i Bioscrape hanno armi affilate per farvi male.

Element Of Chaos – A New Dawn

Gli Element Of Chaos meritano l’attenzione di chi non ha paura di attraversare i confini tracciati nella vasta cartina del metal moderno

Life’s December – Colder

Un album che nel suo enorme mood estremo destabilizza e sorprende, un esempio di metal moderno che travolge tutte le aspiranti fighette col mascara che ci dobbiamo sorbire sui canali satellitari.

Within Destruction – Void

Void non lascia scampo, la sua ferocia è pari ad un incontro tra i Fear Factory del debutto Soul Of A New Machine ed i Lamb Of God, formando un moderno e devastante atto di pura violenza in musica.

Volker – Volker

Violenta sferzata quella inferta dai francesi Volker, band che nei pochi minuti a disposizione in questo ep di debutto immette più idee di quanto facciano miriadi di gruppi in un’intera discografia.

An Argency – Through Existence

I già ottimi An Argency hanno naturalmente ancora degli enormi margini di miglioramento, specie se dovessero spostare maggiormente gli equilibri a favore della componente sinfonica rispetto a quella djent-core.

Aterra – All Born In Pain

Se si volge lo sguardo ad est del vecchio continente, seguendo il lungo corso della musica metallica che, come un fiume attraversa l’Europa da ovest, fino al continente asiatico, si scoprono realtà interessanti, alcune notevoli, in tutte le forme del variegato mondo della musica dura. Nella sua forma più moderna il metal dai suoni estremi … Leggi tutto “Aterra – All Born In Pain”

Evemaster – III

Per chi segue con attenzione la floridissima scena metal finlandese questo disco è molto importante, e pieno di grandi nomi.

Manipulation – Ecstasy

Ecstasy è un lavoro compatto e debordante che unisce con ottimi risultati tradizione e modernità

Name Means Nothing – N.M.N.

Quattro brani, pochi minuti per impressionare in positivo, ma la band ci riesce alla grande; se siete amanti del genere i Name Means Nothing sono un gruppo da seguire, aspettando il primo lavoro sulla lunga distanza.