iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Hazan – Kaiserpanorama Ep

Gli Hazan, un gruppo che con questo ep si mettono sulla cartina geografica, e che con qualche accorgimento possono diventare un ottimo gruppo, il talento e le capacità le hanno, come un suono personale e ben riconoscibile.

Hazan – Kaiserpanorama Ep

Gli Hazan provengono dalla Lombardia, sparsi per le sue province.

Il loro ep di debutto è un buon concentrato di suono anni novanta e duemila. In questo interessante ep possiamo ascoltare impalcature sonore in stile Queens of The Stone Age o White Stripes, fondersi con un gusto più indie inglese. I testi in italiano valorizzano molto le canzoni. I testi parlano delle nostre vite precarie, e selle speranza nate già morte dei giovani di oggi, con un taglio disincantato ed interessante. Il gruppo ha un buon passo, e sarebbe ancora più notevole senza gli effetti sulla voce. Il risultato globale è comunque buono, gli Hazan nascono dalle ceneri dei The Capozeela, band brit rock che ha vinto l’Oasis Night. Ma i ragazzi volevano qualcosa di diverso ed ecco gli Hazan, un gruppo che con questo ep si mettono sulla cartina geografica, e che con qualche accorgimento possono diventare un ottimo gruppo, il talento e le capacità le hanno, come un suono personale e ben riconoscibile.

TRACKLIST
1.Sulla Pelle
2.Qui Dove Sto Feat. Davide Lasala
3.Kaiser Panorama
4.Visionario
5.Un altro Vizio

LINE-UP
Ale Fugazzi – voce e chitarra
Mattia Oleari – chitarra e cori
Daniele Restelli – basso e cori
Alessandro Gramegna – batteria

HAZAN – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.