iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Dalila Spagnolo – La fame nelle scarpe

Dalila Spagnolo: La parola chiave è fusione, incontro di sentimenti e musiche, rimescolio di elementi differenti per poter accrescere attraverso le differenze, e non chiudersi al loro cospetto.

Dalila Spagnolo – La fame nelle scarpe

Nuovo lavoro per Dalila Spagnolo una delle nuove cantautrici italiane più interessanti degli ultimi anni.

Il suo “La fame nelle scarpe” è un disco che possiede molte cose al suo interno, ed è uno scrigno dei tesori. Musicalmente si spazia tantissimo, dal cantautorato italiano alla musica del mondo per arrivare al pop di alta qualità. I testi sono particolari e sono scritti in italiano, francese ed inglese, prova ulteriore della capacità di Dalila di spaziare e di fare una ricerca musicale e poetica che non si pone confini. La sua musica e la sua voce le ha permesso di essere fra i vincitori di Area Sanremo, arrivare in semifinale al Mei e al Primo Maggio a Roma.

Il disco dimostra in maniera molto evidente che Dalila è un’artista al di fuori del comune e che crede fermamente nel suo progetto solista, tanto da farne anche uno spettacolo che porta in giro in maniera alternativa la concerto classico.

La parola chiave è fusione, incontro di sentimenti e musiche, rimescolio di elementi differenti per poter accrescere attraverso le differenze, e non chiudersi al loro cospetto. Il disco è un lavoro che porta l’ascoltatore molto lontano, lo coccola sempre e fa scoprire tantissimi buoni odori e regala una chiave di lettura del mondo che farebbe molto bene a tanta gente.

“La fame nelle scarpe” è un disco dal respiro molto ampio, con un messaggio molto importante che Dalila porta in giro con eleganza e talento, chiedendo all’ascoltatore di essere parte dell’ascolto e di non subirlo passivamente, perché questo non è intrattenimento ma scambio.

Dalila Spagnolo

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Intervista Michele Borgogni

Abbiamo avuto la fortuna di fare due chiacchiere con Michele Borgogni, scrittore aretino di weird, fantascienza, ma soprattutto cantore di storie belle, interessanti e che nascono spesso dal nostro quotidiano, che è già molto weird di suo.