Cristian Vogel – Polyphonic Beings

Qui c'è tutta l'essenza di Cristian Vogel, uno dei maggiori musicisti elettronici della nostra era, in un grande stato di forma.

Cristian Vogel – Polyphonic Beings

Dare una definizione di Cristian Vogel è davvero difficile, ma basterebbe sentire la sua opera musicale per rendersi conto di chi abbiamo davanti.

Nato in Cile, è presto emigrato in Inghilterra e più precisamente a Brighton, dove ha vissuto in pieno la grande epoca dell’elettronica inglese.
Vogel è innanzitutto un innovatore, uno dei quei musicisti che cerca sempre una via nuova, un nuovo approccio, battendo le strade più impervie.
Lui è un compositore di musica elettronica e la sua musica è un mezzo non un fine, e già ciò basterebbe a differenziarlo da tutti gli altri.
Se ciò non bastasse, la sua carriera, forse ora giunta alla summa definitiva con questo disco, è sempre stata improntata alla ricerca di un tipo diverso di musica elettronica e soprattutto di una maniera differente di farla.
Nel lontano 1996, si unì con il suo sodale Jamie Lidell nel progetto chiamato Super_Collider per portare la musica elettronica ad un altro livello, ma forse il loro tentativo era troppo avanti per i tempi.
Nel 2001 Cristian lascia l’Inghilterra e atterra a Barcellona dove continua la sua ricerca musicale, per poi approdare a Berlino nel 2012, dove tira le somme con l’album “The Inertials” sempre su Shitkatapult, e successivamente dà alle stampe il suo lavoro ambient “Eselsbrucke”.
Polyphonic Beings è il successore di “The Inertials” e diventa un tassello importantissimo nella sua discografia; ogni respiro, ogni movimento di questo disco è fortemente voluto e nulla è lasciato al caso.
Qui c’è tutta l’essenza di Cristian Vogel, uno dei maggiori musicisti elettronici della nostra era, in un grande stato di forma.

Tracklist:
1. Exclusion Waves
2. Mc Caw’ Ghost
3. How Many Grapes Went Into That Wine
4. Lost In The Chase
5. La Banshee
7. Forest Grifts
8. Spectral Jack ( Only Vynil)
9. Society Of Hands

CRISTIAN VOGEL – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

ZAKO – I

Durante una trasferta in Toscana per motivi familiari, per chi vi scrive si è presentata una splendida opportunità: quella di vedere in azione, per la prima volta dal vivo, i leggendari Fuzztones in concerto a un’oretta d’auto di distanza da dove (temporaneamente) alloggiava. Colto l’attimo,

THEE HEADCOATS – IRREGULARIS (THE GREAT HIATUS)

Neanche il tempo di recensire l’album-raccolta “Failure not success” (pubblicato col moniker Wild Billy Childish & CTMF) che arriva subito un altro Lp, nel 2023, firmato dallo stacanovista inglese Billy Childish, poliedrico menestrello di culto, che per questa release ha riesumato gli Headcoats, che tornano