Artisti Vari – R B Hipshakers Vol. 3 : Just A Little Bit Of The Jumpin’ Bean

Artisti Vari – R B Hipshakers Vol. 3 : Just A Little Bit Of The Jumpin’ Bean

Altra terrificante, in senso positivissimo, compilation della rinomata ditta del ritmo spagnola Vampisoul, che ci propone il terzo ed ultimo cd della riscoperta del catalogo King/Federal. La King Records fu fondata da Syd Nathan nel lontano 1943 in quel di Cincinnati con il motto "It's a king it's a hillbilly", che spiega bene lo spirito dell'etichetta: pubblicare dischi con rock e soul, qualunque cosa, basta che sia ritmica e faccia ballare.

Nel corso degli anni cinquanta e sessanta la King fece un sacco di hits, come quelle che potete trovare in questo cd, che colleziona tracce che vanno dal 1955 al 1964, selezionate dal sapiente orecchio di Mr. Fine Wine, della radio WFMU’s Downtown Soulville.
Le canzoni sono fantastiche, non si smette di ballare dall’inizio con Cozy Cole che fa Cozy’s Mambo, all’ultima Harem Girl di Red Prysock.
Nel mezzo un oceano di perle, davvero notevoli; ascoltando queste canzoni, che erano le più suonate al tempo nelle radio, si capisce quali siano state le influenze di molti musicisti di successo degli anni a venire.
Questo era l’r & b degli anni cinquanta e sessanta del secolo scorso, non certamente paragonabile a quello attuale; qui tutto sa di quell’innocenza che era già incrinata, ma che dopo si verrà a perdere anche in musica.
Ma rimangono testimonianze fantastiche di ciò che fu, grazie a questo imperdibile e incredibile cd: ancora una volta la Vampisoul ci apre uno scrigno con un fantastico tesoro all’interno.
Ultima curiosità: qui sono contenute anche canzoni dell’archivio Federal, una sussidiaria della King, che fece il primo contratto ad un certo James Brown…

Vampisoul

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

The Cogs – White Boy, White Girl

The Cogs – White Boy, White Girl: son dischi come questo che mi fanno ancora credere che qualcosa si può fare, che non tutto è finito: finché in giro ci saranno persone come i Cogs non ci si può sentire soli, isolati, incompresi; è davvero impossibile.

Intolerant - Zero Point - Extreme Chaos Records\Despise The Humans-2022

Intolerant – Zero Point

Intolerant Zero Point: Il risultato è un disco di una potenza e di una nera bellezza incredibile, una guerra combattuta schiacciando ossa e vite con macchine gigantesche guidate da negromanti che mangiano lsd e respirano fumi radioattivi.

“Non c’è ritorno” di Jim Shepard, edito da 66THAND2ND

Non c’è ritorno di Jim Shepard

Nell’introduzione a questi racconti, ha scritto: “Imparare a perdere una partita, dopotutto, non è un modo sbagliato per iniziare a imparare come perdere qualcosa di più grave. Non c’è ritorno di Jim Shepard

Brian Jonestown Massacre, nel 2023 il nuovo album: ecco i dettagli

Anton Newcombe ha annunciato di avere in programma un nuovo album per la sua creatura neopsichedelica Brian Jonestown Massacre. Il long playing si intitola “The future is your past” e vedrà la luce il 10 febbraio del prossimo anno su A Recordings, etichetta fondata dallo