iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Vincenzo Fasano – Il Sangue

Vincenzo Fasano - Il Sangue: Vincenzo Fasano (già un ep alle spalle, La Sindrome Di Stoccolma, 2010), mantovano, debutta sulla lunga distanza con Il ...

Vincenzo Fasano – Il Sangue

Vincenzo Fasano (già un ep alle spalle, La Sindrome Di Stoccolma, 2010), mantovano, debutta sulla lunga distanza con Il Sangue. Dieci brevi canzoni (molto spesso sotto i 3 minuti di durata) per delineare spazi sonori tendenti al nero e traboccanti di malinconia, senso di sconfitta e rabbia.

Non Ritiro Quel Che Ho Detto apre, senza indugiare, con le sue chitarre scure, le ritmiche scarne, la voce graffiante e il moog suonato da Riccardo Sinigallia, facendoci poi sprofondare nel buio de Il Sangue (Gionata Mirai alla seconda voce/chitarra), dal monito “siamo tutti sudisti a qualcuno”. Mal D’Africa prosegue su melodie piene di dolore e sofferenza (“e c’è chi per l’onore non si è ucciso”), lasciando poi spazio a Paiettes e al suo umore mediterraneo (ma non per questo più solare e allegro). Ucciderei Per Non Combattere aumenta il ritmo, coinvolgendo con il suo ossessivo “inciampare, cadere, rialzarsi e camminare”. Se Fossi In Me, con il pianoforte di Dino Fumaretto in tasca, ammalia con le sue melodie mentre La Sindrome Di Stoccolma, lenta e cadenzata, scorre mesta e scura, prima di dare spazio a A Bocca Aperta e alle sue sonorità più iberiche. Infine, E’ Come Un Gioco si abbandona ai sentimenti più viscerali e malinconici, consegnandoci a Il Farmaco Etico, alle sue melodie in crescendo e al suo testo struggente “tenetelo fermo che con un calcio gli rompo i denti all’orgoglio”.

Vincenzo Fasano mette su disco dieci canzoni intrise di rabbia, senso di sconfitta, malinconia, tristezza; dalle melodie cupe, scure, coinvolgenti e affascinanti. I testi, piuttosto scarni e asciutti, si rivelano affilati e taglienti, mentre la voce (che volge certamente lo sguardo agli “urlatori”), si fa sempre calda, viva e mai ingombrante o fuori luogo.

Potremmo dire un debutto “coi fiocchi” o che, perlomeno, ha tutte le carte in regola per lasciar intravedere un roseo futuro. Soddisfatti di quanto già ascoltato, vedremo quale destino toccherà al nostro cantautore, tutto (o quasi) è nelle sue mani.

Voto: 7

Link Youtube: http://www.youtube.com/watch?v=Na6zh8zqBvQ

TRACKLIST:
01. Non Ritiro Quel Che Ho Detto
02. Il Sangue
03. Mal D’Africa
04. Paiettes
05. Ucciderei Per Non Combattere
06. Se Fossi In Me
07. La Sindrome Di Stoccolma
08. A Bocca Aperta
09. E’ Come Un Gioco
10. Il Farmaco Etico

Vincenzo Fasano Il Sangue

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Liede – Stare Bravi

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Phidge – Paris

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Psiker – Maximo

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90