The Emerald Leaves – The Emerald Leaves

The Emerald Leaves – The Emerald Leaves

Questo disco merita davvero un ascolto e tanta attenzione, poiché è davvero un sogno ad occhi aperti, un camminare senza mai toccare terra.

Rock psichedelico ed etereo per un nuovo sciamanesimo musicale.

La musica fa viaggiare, dovrebbe portare lontano, coinvolgendo il più possibile tutti i sensi, e questo è ciò che fanno i debuttanti The Emerald Leaves, che poi tanto nuovi non sono.
Power trio lisergico formato al basso da Andrea Giommi, già agli Edible Woman, alla chitarra da Giacomo Governatori, e alla batteria da Alessandro Gobbi, ex Caffiero.
I tre fanno un rock psichedelico con i piedi ben per aria, e giova moltissimo loro la collaborazione con un maestro dell’improvvisazione noise come Philippe Petit da Marsiglia.
Quest’ultimo è una vera curiosità vivente, ha suonato e vissuto moltissimi stili, come i dischi con Murcof o le cose con la sua Bip -Hop, se andate su www.philippepetit.info vi si aprirà un mondo.
Ma torniamo ai The Emerald Leaves: il disco uscirà su cassetta per la rampante Jus De Balles, etichetta italo-belga che sta producendo ottime cose.
Questo disco merita davvero un ascolto e tanta attenzione, poiché è davvero un sogno ad occhi aperti, un camminare senza mai toccare terra.
I The Emerald Leaves sono unici nel panorama italiano e non solo, e hanno prodotto una delle migliori uscite di quest’anno.
Disponibile anche in digital download.

Tracklist:
1. Lonestar
2. The New Order I Pray To Come
3. Lord
4. They Go
5. Send Peace
6. The Emerald Leaves
7. King Lonestar

Line-up
Andrea Giommi : Voce, Basso
Giacomo Governatori : Chitarra.
Alessandro Gobbi : Batteria

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.