the bradipos iv-surf sessions

Pubblicato il

Scritto da

Ogni volta che comincio a recensire un disco mi riprometto di smetterla con la mia ostinata abitudine di iniziare con una premessa,il più delle volte tediosa,ma nel caso dei Bradipos IV proprio non posso, si tratta infatti della band che al suonato al matrimonio di Simone capo supremo ed indiscusso di “In your eyes”;potete immaginare viatico migliore per apparire su questa e-zine?Abbiamo dunque appurato che i quattro bradipi sono dei raccomandati di ferro,ma sfido chiunque li ascolti a sminuirne il valore;con loro siamo infatti al cospetto di uno fra i migliori gruppi di surf strumentale attualmente esistenti.La loro tecnica inappuntabile,il feeling spaventoso nell’eseguzione dei brani,la competenza della materia pressochè infinita fanno della band uno dei fiori all’occhiello dell’underground italiano.Serve un esempio per suffragare questo mio entusiasmo?Andatevi ad ascoltare la riproposizione di “A fist full of dollars”,una rilettura entusiasmante della quale il maestro Morricone non può che andare fiero.Come fare poi a non amare brani con titoli come “Reverb gang”,”L’inseguimento”,”Bandito supremes”,”Playa inferno” e “Surfidia” stupendi ed esteticamente perfetti. Chiude il cerchio una versione incantevole di “Summertime” contrappuntata da un suono di tromba da brividi.Se i nostri fossero nati una trentina d’anni prima avrebbero senza dubbio contribuito a rendere ancora più entusiasmanti un sacco di pellicole cinematografiche.I Bradipos IV sono splendidi nel look,maestri nel suonare e ,fatto ancor più importante,delle ottime persone,cosa volete di più da loro:che volino!

No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.