Synodik – A Matter Of Perception

Synodik – A Matter Of Perception

I Synodik suonano un death metal potente e sinfonico, bilanciando molto bene melodia e potenza, con un tocco decisamente nuova scuola.

Nati dalle ceneri degli Asylum, i Synodik sono uno dei gruppi metal italiani più interessanti dell’ultima generazione.

I Synodik suonano un death metal potente e sinfonico, bilanciando molto bene melodia e potenza, con un tocco decisamente nuova scuola.
Nel 2008 esce il loro primo Ep “Drown In Pain”, autoprodotto ed andato presto esaurito durante le loro numerose esibizioni dal vivo. Nel 2009 esce il singolo “Dehumanized”, che apre la strada a “Sequences For A New Matrix” prodotto da Fabio Palombi e masterizzato da Tommy Talamanca, uscito poi nel 2012.
I Synodik dopo un tour in Russia di supporto ai Dark Lunacy e molte date con Belphegor, Morgoth, e tanti altri approdano all’americana Imminence Records per il lancio di questo Ep A Matter Of Perception, un concetto sulla struttura dell’universo, ma sopratutto sulla nostra osservazione di essa mediante i nostri sensi ed altri mezzi concepiti dagli umani.
La nostra percezione capta solo qualcosa, o addirittura vede una cosa totalmente diversa rispetto alla vera struttura del nostro universo; bisogna anche chiedersi in quale universo siamo, e qui subentra il concetto di multiverso, ma correremmo il rischio di sviare.
La nostra realtà è totalmente una nostra percezione (https://nazioneoscura.wordpress.com/2014/12/30/la-realta-non-esiste), ma come si può leggere al succitato collegamento, la realtà semplicemente non esiste, o no ?
I Synodik ci regalano un Ep di tre canzoni molto belle, che poi sono due poiché la prima è un intro di un minuto: due lunghe suite di metal moderno molto ben composte e reali, almeno nel momento in cui le ascoltiamo.
Il loro metal è davvero interessante, e spazia da momenti cyber, in stile Fear Factory, ad altri più melodici senza mai scadere nella mancanza di qualità di certo metal moderno, che metal lo è solo nominalmente.
Un ottimo ep per un gruppo italiano che farà molta strada.
La realtà è solo una faccenda di percezione.

Tracklist:
1. Projections From The Edge
2. The Perceived Wisdom
3. When The Parallels Fall

Line – Up
Matteo Campanini – Voce
Leandro Scotto – Chitarra, Synth ed Effetti
Jacopo Rossi – Basso
Edoardo Delucchi – Batteria
Fabio Cuomo – Piano e Chitarre

SYNODIK – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Incontro d'amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda

Nei ventiquattro racconti contenuti in questo libro, tra le tante cose, ci verrà raccontata la notte di terrore di un ricercato politico che attende l’arrivo di uno “squadrone della morte”; Incontro d’amore in un paese in guerra di Luis Sepùlveda.

Violino Banfi – Violino Banfi

Ho conosciuto Violino Banfi su Facebook, per caso. Sempre per caso ho beccato proprio il momento esatto in cui stava per fare uscire il suo debutto su CD, questo. Per puro caso l’ho contattato per chiedergli una copia del CD e se voleva una recensione; il caso ha voluto che accettasse.

Helvete’s Kitchen File

Helvete’s Kitchen: etichetta indipendente che si è presa la briga di patrocinare e garantire per questi due favolosi dischi, ma anche per spiegare cosa sia davvero suonare, pensare e vivere a bassa risoluzione.