Il Senato – Un Giorno Senza Amore


Recensione

La crema della scena garage/mod inglese e italiana riunita per un ottimo singolo

Tra le varie cose encomiabili che Rai Sport Satellite fa per i suoi telespettatori, oltre ad aprire una grand bella finestra sulle varie discipline cosiddette minori e a trasmettere la da me amatissima coppa del mondo di sci, c’è quella di riproporre eventi sportivi calcistici del passato.

Grazie a questo tipo di programmazione alcuni mesi fa ho potuto gustarmi per intero Argentina-Resto del Mondo un’amichevole (assai poco amichevole) giocata per celebrare la vittoria dei biancocelesti ai mondiali del ’78.

Che splendore quel calcio e che bello veder giocare insieme i migliori giocatori del mondo tra i quali vi era l’indimenticabile Ian Peters che avrebbe poi indossato la maglia rossoblù più bella del mondo. Ora quel tipo di selezione non esiste più , troppo fighetti e fragili i presunti top players di oggi per giocare, battagliando, partite del genere. Anche in musica esistono da sempre i supergruppi che storicamente hanno dato risultati spesso altalenanti, non è questo il caso de Il Senato una band che annovera al suo interno il meglio della scena mod, garage e beat inglese ed italiana. Da questa collaborazione che spero non resti estemporanea ma dia alla luce altre canzoni nasce questo 7″ con un pezzo per lato.

Su quello a trova posto Un Giorno Senza Amore cover degli inglesi Love Affair di cui ne curò una versione in italiano il grande Mogol e che i nostri ripropongono in una bellissima versione che ricorda da un lato i nostri gruppi beat dei sixties e dall’altro il pop ultra raffinato degli Statuto, lo zampino di Alex Loggia c’è e si sente!

Sul b invece si ascolta Cielo Rosa un brano di stilosissimo rhythm’n’blues che nella splendida interpretazione di Fay Hallam si ammanta di una coltre di soul dalla classe cristallina. Non ho volutamente citato i membri che danno vita a questo progetto, se volete conoscerli non fate che leggerli qualche riga sotto oltre a comprarvi il disco, perché questo vinile dev’essere ascoltato senza essere troppo influenzati dal peso specifico davvero notevole dei suoi realizzatori.

L’unica cosa che vi dico è che al secondo ascolto vi troverete a cantare, con qualche ovvia storpiatura, entrami i pezzi tanto sono belli, orecchiabili e pieni di feeling. Non sempre i supergruppi sono, come direbbe Fantozzi, una cagata pazzesca.

ETICHETTA: Area Pirata Records

TRACKLIST
Lato A : Un Giorno Senza Amore,
Lato B : Cielo Rosa

LINE-UP
Fay Hallam – Voce e tastiere,
Andy Lewis – Basso, Luca Re – Voce,
Alex Loggia – Chitarra,
Tony Face Bacciocchi – Batteria

Condivisioni 5

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *