Screeching Weasel – First World Manifesto

Screeching Weasel – First World Manifesto

Nella vita ci sono poche sicurezze, e quelle poche sono spesso traballanti, ma non perdetevi d’animo, sono tornati gli Screeching Weasel! A distanza di ben 11 anni dall’ultima prova, tornano su Fat Wreck Chords, riportando gli orologi agli anni d’oro del punk rock nei primi novanta. Dopo varie vicissitudini legali sul nome del gruppo, cambi di formazione e altro, Ben Weasel nel 2009 ha riformato gli Screeching Weasel, che sono una delle fromazioni epiche del punk, secondi soltanto ai Ramones, ai quali si richiamano in toto.

Nella crescita di tantissimi ragazzi come me sono stati fondamentali come il latte o la birra. Fautori di un punk rock tre accordi veloce e melodioso, non hanno mai raggiunto il successo mainstream, poiché cè qualcosa di meglio del successo commerciale : la credibilità e la fedeltà dei fans. Io per nulla al mondo mi perderei un loro disco, e se anche non è di buon livello, glielo perdono volentieri. Questo ritorno invece è di ottima qualità, le canzoni vanno giù come birra gelata in una torrida giornata, Ben Weasel è in grandissima forma, come ai vecchi tempi. La formula è sempre quella, ma se tanti gruppi mi garantissero un divertimento pari a quello degli Screeching Weasel… Veramente un grande ritorno, graditissimo davvero. Vorrei solo vedere loro, i Riverdales e i Manges sullo stesso palco, poi morirei contento. Evitatevi tanta merda, comprate questo disco, i padroni del punk sono loro. Da ascoltare, ancora, ancora e ancora.

waww.fatwreck.com

SCREECHING WEASEL - FIRST WORLD MAINFESTO

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Still No One -This is fuel

Still No One -This is fuel: esordio discografico sulla lunga distanza per i trevigiani Still No One dal titolo “ This is fuel”, autoprodotto.

Casual Boots – Casual Boots

Casual Boots: a comporre questo ep fresco di uscita ci pensano quattro pezzi: l’agrodolce Flowers and Raindrops, la smithsiana Lost Things, la fiammata punk di Attitude (il mio brano preferito del lotto) e gli echi degli Housemartins  contenuti in Empty Room.

Memoriam – Rise to power

Atteso ritorno dei Memoriam, il gruppo death metal fondato dal cantante Karl Willetts ex dei Bolt Thrower  da Frank Healy bassista dei Benediction ed ex chitarrista dei Napalm Death, insomma la crema del death metal, coadiuvati molto bene da Scott Fairfax alle chitarre e Spike T. Smith alla batteria.

Cosa resta del duemilaventidue

  Un altro anno se n’è andato, portandosi dietro le scorie di dodici mesi costantemente vissuti al di sotto delle nostre possibilità, castrati da un contesto sociale che non riusciamo a modificare in alcun modo. I sogni anche per questa volta sono rimasti tali, immutati