rosolina mar-before and after dinner

Inizio da questo interessante promo il capitolo di reportage sulle novità targate Wallace. Il terzetto in questione racchiude nelle dodici tracce del cd tanti bei propositi, tante belle idee e tanti bei spunti.Balza subito in primo piano la grande cura e l’ ottima riuscita nello scrivere canzoni con strutture molto sfiziose, che si divincolano benissimo dalla “ forma” più tipica del genere.Genere comunque che per lo meno al sottoscritto non rimane facile delineare.Roboanti, tra post- rock geometrico, funky/jazzy che a tratti rimembra certi Karate, una spruzzatina di noise e molto, moltissimo dinamismo: tutto strumentale, con uno stiloso gusto ’70 e stop & go da urlo.Brani da sottolineare, “L’ ora di religione” che echeggia gli immensi Fugazi, “Flesh dance” che fa fede al titolo regalando un possibilissimo ed ammiccante singolo ma soprattutto la progressiva, superfiga e potente “Il culto del cavo elettrico”.E di nuovo, “ Sea tomato” che nonostante la esile durata funziona ad oc, “Amore tossico” incazzata nera e “Car patch ( D tone)” davvero compulsava e dissonante.Meritevoli di ogni bene.

Avatar
dolorian gray
doloriangray@gmail.com

Nato nella primavera del 1982 sotto il segno del Toro,sta ultimando gli studi all' Accademia di Belle Arti a Genova.Umorale, istintivo, nostalgico ???????, avverso alla forma, innamorato dei contenuti;ha suonato in diversi gruppi, ma attualmente milita nei Japanese Gum,dove dà adito alle sue pulsioni indie-nerd-troniche e in un side-project dedito al post-rock ( ammesso che esista).Ascolti dichiarati: Nick Cave and the Bad Seeds, Godspeed You! Black Emperor, Joy Division, My Bloody Valentine, CCCP, Black Dice.Letture dichiarate: Fëdor Michajlovic Dostoevskij, Albert Camus, Emil Cioran, Bertold Brecht, Jonathan Coe, Michail Afanasievic Bulgakov.Visioni cinematografiche dichiarate: Sergej Mikhajlovic Ejzenstejn, David Lynch, Pier Paolo Pasolini, Woody Allen, Darren Aronofsky, Richard Kelly. Visioni artistiche dichiarate: Willem De Kooning, Marina Abramovic, Gustave Courbet, Anselm Kiefer, Anton Corbijn, Damien Hirst.