iye-logo-light-1-250x250
Webzine dal 1999
Cerca
Close this search box.

Recensione : Premarone – Obscuris Vera Involvens

Intrigante ed intricata psichedelia pesante per questo quartetto perso nelle nebbie del tortonese.

Premarone – Obscuris Vera Involvens

Intrigante ed intricata psichedelia pesante per questo quartetto perso nelle nebbie del tortonese.

Nella loro musica possiamo trovare tantissimi elementi, da questo suono ora lento ora incalzante in zona psichedelica, con forti elementi punk, tanto che spesso sembra di ascoltare un Giovanni Lindo Ferretti in acido. I Premarone scrivono anche dei gran bei testi, ed affrontano questa melmosa società con grande ironia e disincanto. Ogni canzone fa un genere a sée il disco funziona molto bene, anche perché spiazza spesso e disorientare piacevolmente l’ascoltatore è sempre un gran pregio. Ad esempio Psichedelia Elettorale è un colpo di genio e riassume 70 anni e passa di merda elettorale in una sola canzone, o Fallobate che declina alla Cccp un argomento del cazzo. La musica è sempre dilatata e senza fretta, anche quando le cose si scaldano un po’. La produzione è lo fi il giusto, quel giusto che permette di gustare in peino un disco fumoso e fresco. Ci sono colline che hanno occhi e colline che fanno grande musica.

TRACKLIST
1.Stalingrado
2.Psichedelia Elettorale
3.Fallobate
4.Rituale Kapnomantico
5.La Pitonessa

LINE-UP
Fra – Guitar and Voice
Pol – Bass
Ale – Drums
Mic – Keyboards, Monotron

PREMARONE – Facebook

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Sumac – The healer

Sumac: una delle più particolari e meravigliose esperienze sonore che possiate compiere in questi tempi aridi.

Accept – Humanoid

Accept: l coerenza e la voglia di essere sempre all’altezza producono un disco come questo, indiscutibilmente buono.

Terramorta – Intifada

Esordio discografico per i Terramorta, gruppo grindcore metal con un tiro esagerato, un qualcosa che ti si attacca addosso come una sanguisuga e non ti molla fino alla fine.